Oltre 2.100 missioni per gli AMX in Afghanistan

AMX-rid

Il colonnello Carlo Moscini è il nuovo comandante della Joint air task force (Jatf), l’unita’ dell’Aeronautica militare da cui dipende l’impiego degli aerei italiani schierati in Afghanistan. Ad Herat, presso l’aeroporto, la cerimonia di avvicendamento con il colonnello Andrea Fazi. Dalla Jatf dipende tra l’altro il task group ‘Black cats’, cioe’ i quattro caccia Amx che da quest’anno possono compiere, oltre ad attivita’ di ricognizione, anche bombardamenti a supporto delle forze della coalizione ed afgane: gli Amx hanno raggiunto il traguardo delle 6.000 ore di volo, portando a termine circa 2.100 missioni operative, sia di giorno che di notte, riprendendo più di 6.000 ‘target’ e fotografando oltre 3.000 chilometri di itinerari. Il task group ‘Albatros’ è invece composto da velivoli da trasporto C-130J e C-27J e un C-27 Jedi (questi ultimi dotati di disturbatori elettronici che neutralizzano gli ordigni radiocomandati piazzati lungo le strade), che hanno garantito il necessario supporto alle operazioni della missione Isaf della Nato anche in zone remote del Paese difficilmente raggiungibili via terra e in condizioni meteorologiche e operative estreme. Nell’ultimo anno, in particolare, sono stati effettuati 46 aviolanci per rifornire militari italiani e afgani. Dipendente dalla Jatf anche il task group Astore, con i velivoli senza pilota ‘Predator’ che hanno superato le 9.400 ore di volo, totalizzate in circa 1.100 sortite.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password