I carabinieri addestrano la polizia libica

CarabinieriIraqiPoliceNTMI

AGI – A scuola di teoria e pratica della sicurezza dai carabinieri. Sono 20 gli ufficiali della polizia libica ammessi a frequentare, presso la Scuola Tecnica di Polizia, il secondo corso organizzato ad hoc dall’Arma dei carabinieri nel Paese nordafricano: diviso in moduli monotematici della durata complessiva di 4 settimane (il primo si era concluso il 13 dicembre scorso), il corso e’ stato concordato con il Dipartimento generale dell’addestramento del ministero dell’Interno libico per risultare il più possibile aderente alle nuove esigenze addestrative della polizia locale. Numerose le materie di insegnamento previste: ordine pubblico, tecniche di intervento operativo, check point, perquisizioni, ammanettamenti, maneggio e uso delle armi, primo soccorso, rilievo di incidenti stradali, servizi di tutela e scorta, difesa personale, topografia e  contrasto agli ordigni esplosivi improvvisati (C-IED). Ulteriori corsi sono già stati pianificati per l’intero 2013. La “Training Mission” dei nostri militari comprende il tenente colonnello Massimo Deiana, senior officer, cui spetta il coordinamento delle attività addestrative tra il Comando generale dell’Arma e i ministeri dell’Interno e della Difesa libici, e una “Training Unit” composta da ufficiali e marescialli di provata esperienza, appartenenti a reparti della 2a Brigata Mobile. Non è l’unica richiesta di questo tipo arrivata dal governo di Tripoli. L’Arma è stata interessata anche per addestrare i battaglioni di ordine pubblico e l’istituenda “Border Guard”, cui sarà affidata la vigilanza dei confini e dei siti strategici nazionali. In corso ricognizioni per individuare infrastrutture idonee ove poter avviare, a breve, nuovi corsi di formazione: la loro implementazione richiederà l’invio in Libia di ulteriori istruttori dell’Arma. Oltre alle attività in corso, i carabinieri hanno già svolto presso il Coespu (Centre of excellence for stability police units) di Vicenza un corso della durata di 10 settimane in favore di 30 istruttori della “Border Guard”. Il 13 gennaio scorso dall’aeroporto internazionale di Tripoli sono partiti altri 32 istruttori che stanno frequentando la seconda edizione del corso. Previsto anche un corso avanzato di “Tecniche Investigative” in favore di 20 tra ufficiali e sottufficiali della polizia militare libica, che sarà tenuto il prossimo mese di marzo presso l’Istituto superiore di tecniche investigative di Velletri. Le iniziali difficoltà di coordinamento con le autorità locali si stanno progressivamente risolvendo, complice una lenta ma costante progressione del processo di stabilità politica che permette l’individuazione di sicuri punti di riferimento nell’ambito dei ministeri dell’Interno e della Difesa

Foto: carabinieri addestrano agenti di polizia iracheni

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password