GARA A 4 PER IL CACCIA DANESE, SINGAPORE VUOLE L’F-35

12J00087_55

Come il Canada anche la Danimarca ha ufficialmente aperto una gara per selezionare il nuovo cacciabombardiere che dovrà sostituire (come annunciato nel 2005) i 30 F-16 attualmente in servizio. Copenhagen aveva aderito al programma Joint Strike Fighter F-35 come partner di 3° livello (come il Canada) versandio una quota di 210 milioni di dollari per contribuire allo sviluppo del velivolo di Lockheed Martin. Nel 2010 ristrettezze di bilancio avevano indotto i danesi a congelare l’acquisizione del nuovo jet e l’anno scorso è stato annunciato che sarebbe stata indetta una gara per selezionare il nuovo aereo da combattimento. il Ministro della Difesa Nick Haekkerup ha reso noto che entro il 2015 verrà scelto il nuovo velivolo tra il Boeing F-18 Super Hornet, l’F-35A di Lockheed-Martin, lo svedese Saab Jas-39 Gripen e l’Eurofighter Typhoon. Il nuovo jet, da ordinare in un numero non precisato ma probabilmente vicino ai 30/40 esemplari, dovrebbe rimpiazzare gli F-16 entro il 2020.
L’F-35 sembra invece imporsi a Singapore dove potrebbe venire presto ordinato in alcune dozzine di esemplari dalle forze aeree che stanno completando la valutazione del velivolo. “i nostri F-5 sono vicini alla conclusione della loro vita operativa e gli F-16 hanno raggiunto la mezza età”  ha dichiarato in Parlamento il ministro della Difesa, Eng Hen, aggiungendo che “siamo ora alla fase finale delle valutazioni dell’F-35”.  Singapore, che quest’anno spenderà per la difesa 10 miliardi di dollari (più 4,3 per cento rispetto allo scorso anno) dispone di una flotta da combattimento composta da 24 F-15SG, 60 F-16C e 37 F-5S/T.  Gli ordini previsti non sono stati resi noti ma potrebbe ragionevolmente trattarsi di una quarantina di velivoli a breve termine più almeno altrettanti a lungo termine.

Foto: Lockheed Martin

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password