In Afghanistan troppi militari tedeschi ubriachi

image-42933-galleryV9-qdjc

Ansa – Tra i militari dell’esercito tedesco impiegati in Afghanistan si sta diffondendo l’abuso di alcolici, contro cui ora il comando militare locale corre ai ripari con misure più severe dopo il recente suicidio di un soldato risultato ebbro. E’ quanto ha rivelato lo Spiegel online, secondo il quale il responsabile del comando regionale Nord nel Paese centro-asiatico, generale Joerg Vollmer, ha imposto un giro di vite per regolare meglio il consumo di alcolici. Da metà febbraio a oggi, ha confermato un portavoce dell’esercito dal comando tedesco di Geltow, ci sono stati almeno 14 casi di abusi talmente gravi da rendere necessario il rimpatrio anticipato degli interessati. In tre altri casi si è invece ricorso a misure disciplinari e multe, mentre ci sono ancora alcune indagini in corso su altri soldati. All’inizio di giugno un militare si è suicidato dopo aver bevuto ben oltre i limiti consentiti. L’esercito non esclude nemmeno che il soldato che recentemente ha sparato incidentalmente al letto di un commilitone non fosse sobrio. Ai militari tedeschi è normalmente consentito consumare due lattina di birra da 0,33 o un quarto di litro di vino al giorno. Le razioni vengono registrate su un’apposita carta che ogni soldato deve esibire per acquistare alcolici. Il portavoce interpellato ha voluto sottolineare come quello dell’abuso di alcolici non sia un problema generale, ma che riguarda singoli individui.

(Foto Spiegel)

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password