Siria: Washington aiuterà anche i ribelli salafiti?

A-Syrian-rebel-fighter-ta-008

Adnkronos/Aki/Washington Post – L’Amministrazione Obama sta valutando l’ipotesi di sostenere una coalizione di ribelli siriani di cui fanno parte anche gruppi islamici, dopo aver accertato che non hanno legami con al-Qaeda e che sono a favore dei colloqui di pace che si terranno a Ginevra il 22 gennaio. Lo rivela una fonte ufficiale americana, secondo cui Washington chiederà al Fronte islamico di riconsegnare gli equipaggiamenti non letali, i veicoli Usa e i sistemi di comunicazione sequestrati lo scorso fine settimana, quando hanno conquistato le basi dell’Esercito libero siriano (Esl) al confine con la Turchia. Il sequestro del materiale, che era stato fornito al Consiglio militare supremo dell’opposizione siriana, ha portato gli Stati Uniti e la Gran Bretagna a interrompere il rifornimento di equipaggiamenti non letali all’opposizione siriana. Il Fronte islamico e’ stato fondato a novembre dall’unione di sei gruppi che lottano per la formazione di uno Stato islamico, ma esclude il Fronte al-Nusra e lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante legati ad al-Qaeda. Si stima che sia composto da circa 45mila miliziani. L’Esercito libero siriano, la prima entità militare organizzata emersa dopo che le manifestazioni pacifiche contro Bashar al-Assad nel 2011 sono degenerate in rivolta armata, + invece composto da disertori e civili. Si ritiene che la sua forza, un tempo stimata in 70-150mila uomini, si sia ora ridotta a circa 40mila unità. colloqui che si sono tenuti in Turchia a novembre tra esponenti del Fronte islamico e l’inviato americano Robert Ford si sono conclusi con un nulla di fatto.  ”Non abbiamo alcun tipo di problema con il Fronte islamico”, ha detto la fonte citata dal Waswhington Post, ma ”stiamo ancora lavorando” su un’eventuale loro inclusione nella coalizione sostenuta dagli Usa. Oltre alla mancata adesione ad al-Qaeda, l’Amministrazione Obama sta cercando di ottenere l’ulteriore garanzia di un sostegno del Fronte islamico alla Coalizione di opposizione siriana nella Conferenza internazionale di Ginevra 2.

Foto: ribelle siriano (Reuters)

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password