Aerei USA allo Yemen per la lotta ad al-Qaeda

IOMAX-Archangel

Per combattere i miliziani islamici yemeniti il governo degli Stati Uniti è pronto a fornire a Sana’a una forza aerea con capacità di attacco di precisione: lo rivela un memo trapelato dal Comando Centrale USA per il Medio Oriente e l’Asia centrale (USCENTCOM). La notizia, pubblicata il 24 marzo scorso dal sito web della rivista Buzzfeed, precisa che l’appunto, scritto il 3 febbraio, stabilisce i requisiti base per un velivolo da combattimento ad ala fissa da acquisire con fondi stanziati a favore dello Yemen per l’anno finanziario 2014, US$ 64 milioni nell’ambito del programma “Precision Strike”.
Per una rapida consegna dei velivoli, USCENTCOM si avvarrebbe della Sezione 1206 (assistenza alla sicurezza) che autorizza il supporto alle azioni rivolte contro l’organizzazione terroristica al-Qaeda nella Penisola Araba. L’aereo in questione dovrebbe essere un biposto in tandem con doppi comandi, monomotore turboelica ad ala bassa e carrello tricilo con ruotino sterzante posterio (tail dragger), equipaggiato con sistemi di visione notturna e abitacolo corazzato. Inoltre, è richiesto un velivolo con capacità di effetturare missioni ISR (intelligence, sorveglianza e ricognizione), dotato di sistema di puntamento laser per la ricerca di obiettivi in movimento e con un’autonomia in zona di operazione di sette almeno ore, armato su sei punti di attacco con missili Hellfire, bombe GBU-12 e GBU-58, e razzi a guida laser.

Secondo Buzzfeed, i requisiti espressi nel memo si sposerebbero perfettamente con gli aerei progettati per l’utilizzo agricolo, e più esattamente con l’AT-802U dell’azienda texana Air Tractor (foto i alto) o con l’Archangel (Block 3) Border Patrol Aircraft (foto a fianco) della società di servizi IOMAX, versione modificata per uso militare del 710P dual cockpit prodotto in Georgia dalla Thrush Aircraft. Aerei corazzati di questo tipo sono utilizzati in Medio Oriente (Emirati Arabi Uniti e Giordania) per attività ISR e dal 2002 in Sud America per la lotta al narcotraffico, oltre che nel Puntland dalle Forze di polizia nelle operazioni antipirateria. Lo Yemen potrebbe ricevere quattro velivoli di questo tipo entro la fine del 2015; gli equipaggi sarebbero formati da ufficiali dello Yemen Air and Air Defence Force e da piloti in forza allo US Air Force Special Operations Command (AFSOC). Le Forze speciali USA sono presenti in Yemen con il 6th Special Operations Squadron, unità incaricata di valutare, addestrare ed assistere le forze aeree allete in tutto il mondo.

Fonte:ITlogDefence

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password