Crisi ucraina: Typhoon della RAF sul Baltico?

4BB3F154_5056_A318_A831279FD9841878

Per sostenere la missione NATO di sorveglianza sul Baltico, Londra è pronta a rischierare in Lituania un numero non precisato di Eurofighter Typhoon. L’annuncio, pubblicato da IHS Jane’s 360, è stato dato il 17 marzo scorso dal segretario di Stato alla Difesa, Philip Hammond, in audizione alla Camera dei Comuni. Hammond non ha reso noto il numero di velivoli, ma i Typhoon della Royal Air Force (RAF) potrebbero essere quattro e sarebbero comunque pronti a raggiungere la base lituana di Zokniai a partire da aprile. Il Regno Unito ha contribuito alla missione di sorveglianza sul Baltico nel 2004, con quattro Panavia Tornado F3 del 25° Gruppo Leeming.
Per la sorveglianza dello spazio aereo dell’Europa orientale la NATO sta impiegando, dall’inizio della crisi russo-ucraina, i Boeing E-3 Airborne Warning And Control Systems (AWACS); gli Stati Uniti, inoltre, hanno già inviato nella base di Zokniai quattro Boeing F-15C Eagle, caccia che si sono andati ad aggiungere ai due KC-130 e ai sei F-15C già messi a disposizione per la missione sul Baltico. Per bilanciare i sei Su-27 Flanker e il Beriev A-50 Mainstay AEW che Mosca ha rischierato il mese scorso in Bielorussia, Washington ha inoltre rischierato nella base polacca di Powidz dodici Lockheed Martin F-16 Fighting Falcons. Il 17 marzo il Comandante delle Forze aeree russe, Generale Viktor Bondarev, ha annunciato che entro la fine dell’anno la Russia assegnerà alla base bielorussa di Baranovichi vetiquattro SU-27.

Fonte IT logDefence

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password