La Sesta Flotta nella crisi di Crimea

USS-Mount-Whitney

Nel Mar Nero, al poderoso schieramento della Flotta russa per ora gli Stati Uniti rispondono con due unità della Sesta Flotta: il cacciatorpedinere lancia missili USS Ramage (DDG 61) classe Arleigh Burke e la nave comando USS Mount Whitney (LCC 20, nella foto) classe Blue Ridge. Impegnate nel supporto alle attività di sicurezza previste per i giochi olimpici di Sochi, entrambe le unità avevano superato lo stretto dei Dardanelli all’inizio di febbraio, per poi rimanere ancorate in acque territoriali turche, nei pressi del porto di Trabzon, fino al termine della manifestazione. La USS Mount Whitney, unità da assalto anfibio e portabandiera della Sesta Flotta, è quindi salpata con destinazione Istambul dove è giunta il 24 febbraio scorso, mentre la USS Ramage risulta essere tornata a largo delle coste settentrionali della Turchia dopo aver incrociato il cacciatorpedinere lancia missili USS Stout (DDG 55), arrivato nel Mediterrano orientale dal porto croato di Spalato.

Inoltre, con il compito di cooperare in operazioni di sicurezza marittima nelle Aree di Operazione (AOR) della Quinta e Sesta Flotta, stanno confluendo nel Mediterraneo orientale i cacciatorpedinieri USS Truxtun (DDG 103) e USS Roosevelt (DDG 80), l’incrociatore USS Philippine Sea (CG 58) e la portaerei USS George H. W. Bush (CVN 77), partita con il gruppo navale di supporto da Norfolk il 15 febbraio scorso e transitata dallo stretto di Gibilterra il 27 dello stesso mese. Dalla base navale spagnola di Rota potrebbe arrivare anche il cacciatorpediniere lancia missili USS Donald Cook (DDG 75), prima delle quattro navi con capacità contro missili balistici (BDM) destinate a rimanere in Spagna come componente del sistema di difesa missilistica della NATO in Europa; le altre tre unità, previste per la fine dell’anno, sono la USS Ross (DDG 71), la USS Porter (DDG 78) e la USS Carney (DDG 64).

Al largo delle coste spagnole dell’Oceano Atlantico incrociano poi altre tre unità della 22^ Expedition Unit, impegnate nell’esercitazione Spanish Phiblex 2014: la nave d’assalto anfibio USS Bataan (LHD5) classe Wasp e le unità da trasporto USS Mesa Verde (LPD 19) e USS Gunston Hall (LSD 44), mentre nel Mediterraneo stazionano il cacciatorpediniere lancia missili USS Arleigh Burke (DDG 51) e le fregate lancia missili USS Erlod (FFG 55) e USS Simpson (FFG 56), rispettivamente ancorate a Marsiglia, Napoli e Cartagena.

Fonte: ITlog Defence

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password