Più cooperazione militare tra Russia e Cina

171302672

da Pechino, Andrea Ghiselli

Secondo media russi sarebbe arrivato il via libera da parte del Cremlino alla vendita di quattro batterie anti-aeree S-400 alla Cina dopo tre anni di negoziati. In precedenza, era la paura che la Cina volesse acquistare questi sistemi d’arma per acquisire le tecnologie all’avanguardia presenti all’interno era l’ostacolo principale alla vendita. Secondo il quanto detto dall’analista del Ministero della Difesa russo Victor Murakhovskiy durante un’intervista per il canale russo della BBC, nel 2012 Cina e Russia avrebbero siglato un nuovo accordo per meglio proteggere l’industria russa dal furto di proprietà intellettuali dopo che un accordo simile era stato firmato nel 2008 con scarsi risultati a giudicare dalle numerose copie di armi russe prodotte nelle fabbriche cinesi.
Secondo Joseph Seyev, vicedirettore del Centro di Ricerca di Scienze Sociali Russo, con l’interruzione della cooperazione fra Russia e NATO dovuta alla crisi in Crimea, la Russia avrà un’ulteriore incentivo a rafforzare la collaborazione con la Cina nell’industria bellica. Sebbene l’industria bellica russa vanti il meglio della tecnologia nella produzione di certi tipi di sistemi d’arma, i sottomarini per esempio, in altri non può compere con i prodotti occidentali. Secondo Seyev, i programmi per lo sviluppo di droni e per l’informatizzazione delle proprie forze armate sono ancora piuttosto indietro. Mentre i contratti esistenti con Paesi NATO, come quello per la produzione di due navi classe Mistral francesi per la Marina Militare Russa, verranno rispettati nonostante le minacce, in futuro vendite del genere potrebbero non avvenire negando alla Russia di importare i mezzi necessari per compensare le lacune tecnologiche della propria industria militare. Per questo motivo, l’avvio di progetti per lo sviluppo congiunto di alcuni sistemi d’arma con la Cina, ugualmente impegnata nell’acquisire le competenze necessarie per ammodernare il proprio esercito, potrebbe costituire il prossimo passo nella collaborazione in materia di difesa fra i due Paesi.

Foto: Ria Novosti

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password