La Delta Force addestra le forze speciali africane

mali-10-spops

Adnkronos – Le Special Operations degli Stati Uniti stanno lavorando per formare unità di elitè anti-terrorismo in Libia, Niger, Mauritania e Mali. Il programma segreto, rivela il New York Times, è finanziato in gran parte con milioni di dollari provenienti da fondi tenuti riservati dal Pentagono. Vi partecipano istruttori dei ‘Berretti Verdi’ dell’Esercito e della ‘Delta Force’ che dall’anno scorso stanno addestrando, e fornendo equipaggiamento, alle forze militari dei paesi africani che si trovano sempre di più in prima linea nella guerra contro al Qaeda ed i suoi affiliati. In particolare, il Pentagono sta spendendo circa 70 milioni di dollari per l’addestramento, la fornitura di equipaggiamento per la raccolta di intelligence ed altra logistica per la formazione di una battaglione anti-terrorismo in Niger e per un’unità simile nella vicina Mauritania. Programmi che sarebbero in “una fase iniziale”, specificano fonti della Difesa Usa che comunque sono molto caute nel far progredire questi progetti, considerata la volatilità della situazione di sicurezza in paesi come il Mali, come il programma non è ancora partito.

E soprattutto in Libia dove la più ambiziosa di queste iniziative è stata interrotta lo scorso agosto quando un gruppo di miliziani armati hanno assalito una delle basi di addestramento alle porte di Tripoli, rubando centinaia di armi automatiche, visori notturni, veicoli ed altro equipaggiamento fornito dagli americani. L’obiettivo rimane comunque – rivela ancora il giornale americano – è di riuscire costruire nei prossimi anni squadre anti-terrorismo africane capaci di contrastare miliziani come quelli di Boko Haram, il gruppo estremista islamico che ha rapito quasi 300 ragazze nigeriane. “Addestrare le truppe locali per essere in grado di contrastare le minacce nel loro stesso paese è quello che bisogna fare”, ha detto Michael Sheehan, che da responsabile delle strategie per le Operazioni Speciali al Pentagono lo scorso anno si è battuto per il varo di questo programma. Ora Sheehan dirige il Combating Terrorism Center di West Point, la famosa accademia militare dove oggi il presidente Obama pronuncerà un discorso in cui enfatizzerà una politica tesa ad evitare il coinvolgimento in grandi conflitti, come quelli in Iraq ed Afghanistan, enfatizzando invece le operazioni di addestramento nei paesi alleati in modo da metterli in grado di combattere in prima persona gli estremisti.

 

Foto: forze speciali statunitensi in Malì – JSOF (US DoD), e Justin Bishop

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password