Libia: Marines pronti per l'evacuazione

USS_Bataan_LHD-5

La nave d’assalto anfibio USS Bataan (LHD5) sta facendo rotta verso le coste della Libia; la notizia, diffusa dall’agenzia di stampa francese AFP, precisa che a bordo dell’unità sarebbero presenti circa 1.000 Marines assegnati alla 22^ Marine Expeditionary Unit. La USS Bataan, con sede nella base navale di Norfolk, Virginia, dovrebbe raggiungere l’area di operazione entro qualche giorno. La decisione della Casa Bianca di inviare un’unità da sbarco di fronte alle coste del Paese nord africano è legata ai violenti scontri e al pericolo di una nuova guerra civile, con la possibilità che venga richiesta l’evacuazione immediata di tutti i cittadini USA. Iniziata la settimana scorsa a Bengasi, la resa dei conti fra milizie laiche e gruppi armati islamisti è ormai arrivata a Tripoli: sostenuto dalle potenti brigate Zintan e da parte dell’esercito regolare, l’ex Generale Khalifa Haftar potrebbe essere solo la facciata di un’operazione che, viste le forze in campo, sembra molto più del colpo di testa di un ex militare gheddafiano caduto in disgrazia negli anni Ottanta.
Che l’arrivo della USS Bataan non sia solo una precauzione lo dimostrano i ripetuti appelli del Dipartimento di Stato USA che invita i cittadini statunitensi a lasciare immediatamente la Libia; a causa dell’altissimo rischio di un attacco alle sedi diplomatiche straniere, l’Ambasciata USA a Tripoli garantisce, infatti, solo un sostegno limitato ai connazionali. Dalla base di Sigonella sono inoltre pronti ad intervenire 250 Marines e 7 convertiplano Bell Boeing V-22 Osprey, mentre nel Mediterraneo centrale incrociano le unità che stanno partecipando all’esercitazione navale Phoenix Express 2014. La USS Bataan(LHD5) classe Wasp ha 1.108 membri di equipaggio ed è in grado di trasportare fino a 1.850 Marines; in funzione del tipo di missione, possono essere imbarcati 4 CH-53E Super Stallion, 3 UH-1N Huey, 4 AH-1W Super Cobra, 8 MV-22 Osprey VTOL e 2 MH-60S KnightHawk, oltre a 6 velivoli da attacco AV-8B Harrier.

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password