Il generale Portolano guiderà l'UNIFIL

Gen-Portolano-800X6001

E’ ufficiale. Come aveva anticipato Analisi Difesa il comando dell’Unifil, la forza di caschi blu schierata in Libano meridionale, resta sotto comando italiano. Il 24 luglio il generale di divisione Paolo Serra passerà le consegne al quartier generale di Naqoura al collega Luciano Portolano. La nomina è stata annunciata in serata al Palazzo di Vetro dal Segretario Generale Ban Ki moon a poche ore dall’inizio della Conferenza di Roma di sostegno alle Forze Armate Libanesi. Portolano è stato scelto su una rosa di tre nomi che includeva anche un generale finlandese e un nepalese. Siciliano di Agrigento, 54 anni, il successore di Serra ha rivestito comandi importanti in varie missioni militari italiane all’estero: Macedonia, Kosovo, Iraq, oltre che in Afghanistan.

Nella nomina di Portolano (nella foto in Afghanistan) hanno pesato evidentemente l’esperienza dell’ufficiale e il peso dell’Italia in ambito Onu (siamo il quarto contributore finanziario alle missioni di pace e in Libano schieriamo uno dei contingente più numerosi con quasi 1.100 caschi blu) oltre al prestigio di Portolano che la scorsa settimana ha ricevuto dagli Stati Uniti la “Legion of Merit”, la più importante onorificenza militare americana per soldato alleato, per il servizio prestato in Afghanistan. E la terza volta che un generale italiano ottiene il comando dell’Unifil dal 2007 dopo il mandato triennale del generale Claudio Graziano, attuale capo di Stato Maggiore dell’esercito, e i due anni e mezzo di Paolo Serra a cui oggi Ban ha espresso profondo ringraziamento per “l’eccellente servizio” e la leadership a capo della forza di pace Onu nel Libano Meridionale.

(con fonte ANSA)

Foto: Isaf RC-W

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password