In Iraq combattono 400 qaedisti britannici

1401090101034_Image_galleryImage_Armed_Iraqi_security_forc

Il ministero degli Esteri del Regno Unito teme che almeno 400 jihadisti di origine britannica (ma alcune ulteriori stime parlano di almeno 500 persone) siano volate per la Siria per poi sconfinare e andare a combattere con il gruppo di jihadisti sunniti Isis in Iraq. Intanto, riporta il Guardian, cinque diverse formazioni terroristiche siriane, fra le quali appunto lo stesso Isis (Stato Islamico dell’Iraq e del Levante) dietro le ultime rivolte nel nord dell’Iraq, verranno presto bandite dal Regno Unito, paese dalla forte componente musulmana e dove anche recenti casi di cronaca hanno riportato l’attenzione sull’estremismo con radici britanniche. Downing Street aveva confermato già qualche giorno fa il lavoro di intelligence per cercare di capire i legami fra jihadisti del Regno Unito e Isis. Oggi, appunto, la cifra data a Westminster direttamente dal ministro degli Esteri William Hague. Sempre secondo il Guardian, gli altri quattro gruppi con legami in Siria che saranno messi al bando sono il Tarkiye Halk Kurtulus Partisi-Cephesi, Kateeba al-Kawthar, Abdallah Azzam Brigades e il Popular Front for the Liberation of Palestine.

Foto AP

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password