Conclusi i test del sistema d'arma dell'MC-27J

mc-27j-1_aa_hredit

Con il supporto dell’Aeronautica Militare Italiana, la società statunitense ATK e Alenia Aermacchi hanno completato con successo la prima fase di collaudo del sistema d’arma laterale montato sull’MC-27J, bimotore multiruolo derivato dal velivolo da trasporto tattico C-27J Spartan. Oltre al cannone, un GAU-23 da 30 mm integrato con il sistema pallettizzato roll-on roll-off (RO-RO) che caratterizza l’MC-27J, è stata utilizzata una suite di sensori elettro-ottici e a infrarossi L-3 Wescam MX-15D alloggiati all’interno della torretta montata sotto il muso dell’aereo. I test, eseguiti basandosi sui risultati ottenuti durante le prove effettuate nel 2013 nella base aerea di Eglin, in Florida, forniranno informazioni circa l’efficienza operativa del velivolo e i costi d’impiego, competitivi in rapporto alla vasta gamma di applicazioni possibili. La torretta L-3 Wescam MX-15D supporta missioni di Intelligence, Sorveglianza e Ricognizione (ISR), Ricerca e Soccorso (SAR), Supporto Aereo Ravvicinato (CAS) e protezione delle forze in campo.

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password