Kalashnikov a ruba negli USA dopo sanzioni contro la Russia

AK74

Una delle prime aziende colpite dall’inasprimento delle sanzioni contro la Russia è la Concern Kalashnikov, holding che controlla i principali produttori russi di armi leggere . Il divieto di esportazione e transito in UE e USA per beni, capitali e personaggi legati al mondo economico-militare russo è stato reso noto il giorno dell’abbattimento del volo malese sui cieli dell’Ucraina orientale. Fondato nel 2013 sotto l’egida della società di Stato ROSTEC, Concern Kalashnikov aveva concluso numerosi accordi negli Stati Uniti, iniziando dai contratti firmati per il 2014 con l’importatore della Pennsylvania RWC Group LL.

Le forniture, che non potranno essere garantite e sulle quali si basava il rilancio di un settore fortemente in crisi, riguardano tutte le aziende del gruppo: oltre alle armi fabbricate con marchio Kalashnikov (AK-47, AK-74, AK103 ……), vengono infatti colpite la IZHMASH, la BAIKAL e la MOLOT, tre fra i principali brand del settore che non potranno esportate i modelli prodotti prima e dopo l’incorporazione in Concern Kalashnikov, e cioè le popolari serie VEPR e SAIGA, con l’attesissimo Mk107, o le famose pistole Makarov. Negli Stati Uniti il bando contro le armi russe ha comunque provocato una prima sorprendente reazione: come riferito dalla CNN, i rivenditori di armi sono stati praticamente assaliti e nell’arco di qualche giorno sono state vendute tutte le scorte di Kalashnikov presenti nel Paese, dai famosi AK-47 e AK-74 a fucili d’assalto simili anche se non di fabbricazione russa, come il SAM7R prodotto in Bulgaria dalla Arsenal Inc.

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password