L'India addestrerà i civili sul confine cinese

Indo-China-Border

AsiaNews – Gruppi paramilitari di civili per difendersi dalle incursioni di Pechino: è il progetto che il governo dell’India vuole attuare, impartendo un vero e proprio “addestramento” alle popolazioni che vivono lungo il confine cinese. Fonti anonime del ministero degli Interni riferiscono che l’obiettivo è quello di preparare queste persone – anche dando loro armi – per affiancarle alla vigilanza e all’apparato di sicurezza che già operano negli Stati nordorientali e nel Jammu e Kashmir, così da poterli utilizzare “in caso di emergenza”.
La decisione presa dall’esecutivo giunge dopo un’incursione compiuta dalla Cina nella zona del lago Pangong, a Ladakh.
La politica adottata dal governo del neopremier Narendra Modi, leader del Bharatiya Janata Party (Bjp, ultranazionalisti indù), è in netto contrasto con quella adottata dal precedente governo targato Congress, che aveva impedito la formazione di qualsiasi movimento paramilitare civile lungo il confine.

Foto: News Insight

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password