News da Farnborough

untitled567

 

Moretti: certificazione Aw-149 utile per gara in Polonia

La certificazione militare dell’Elicottero Aw 149 (Finmeccanica-Agusta Westland) favorirà le vendite e sarà particolarmente utile per la mega gara polacca da tre miliardi di dollari per 70 elicotteri. E’ quanto ha affermato l’amministratore delegato della Finmeccanica, Mauro Morettti, in occasione della firma, al salone aeronautico di Farnborough, della certificazione militare dell’Elicottero Aw 149. “Con questo certificato – ha commentato il top manager – rientriamo con più forza nelle gare internazionali con un elicottero di grande livello in un mercato altamente competitivo”.  Facendo poi presente che l’elicottero ha un prezzo concorrenziale, Moretti si è detto convinto che con l’Aw 149, l’Agusta Westland potrà fare un “ottimo lavoro”. Rispondendo a chi gli chiedeva se la certificazione avrà un peso nella gara in Polonia, Moretti ha fatto presente che sarà utile in tutte le gare, “in Polonia, ma non solo”. “Certo – ha aggiunto – la Polonia è uno dei mercati più importanti sui quali puntiamo maggiormente visto che lì abbiamo una presenza diretta”. Le trattative per la gara, ha reso noto, Moretti inizieranno tra settembre e ottobre mentre l’aggiudicazione dovrebbe arrivare tra la fine dell’anno e l’inizio del 2015

Il cockpit di ultima generazione di Selex ES
Finmeccanica – Selex ES ha presentato in anteprima a Farnborough International Air Show 2014 un cockpit di ultima generazione dotato di un nuovo display panoramico (Large Area Display), progettato per rispondere all’accresciuta esigenza, sia in ambito civile che militare, di “Flight Situation Awareness” per piattaforme ad ala fissa e rotante.

Il sistema offre al pilota maggiore sicurezza in contesti DVE (Degraded Visual Environment), ossia in condizioni caratterizzate da tempeste di sabbia, nebbia, pioggia, in particolare durante le fasi critiche di atterraggio e decollo e nel volo a bassa quota, diminuendo stress e workload per i membri dell’equipaggio. Il Large Area Display assicura elevatissime prestazioni in termini di fusione dell’informazione riducendo, peso, ingombri e costi per effetto del minor numero di computer avionici e cablaggi e consente un’estrema semplicità di installazione.La controllata Sirio Panel, leader nella realizzazione di pannelli di controllo, sistemi di illuminazione per cockpit e interfaccia uomo-macchina (Human Machine Interface) per piattaforme civili e militari, è coinvolta nel progetto con il nuovo display, un multi-touch che permette un’estrema facilità d’uso e flessibilità operativa. Il sistema integra le principali informazioni di volo con cartografie 2D e 3D e con dati provenienti da un’ampia gamma di sensori e database, presentando al pilota una visione sintetica, accurata e affidabile. L’abitacolo di nuova generazione in mostra al salone inglese impiega, inoltre, innovativi componenti avionici hardware e software e algoritmi appositamente sviluppati da Finmeccanica – Selex ES.

Fonte: comunicato Selex ES

Selex ES si aggiudica il contratto per il radar AESA Raven del caccia Gripen NG
Un contratto multi-milionario è stato assegnato a Finmeccanica – Selex ES dalla Saab, azienda svedese attiva nei settori della difesa e della sicurezza, per fornire il radar AESA (Active Electronically Scanned Array) Raven ES-05 ai velivoli Gripen NG (Next Generation). Caccia multiruolo NATO-interoperabile progettato per operare negli scenari net-centrici del futuro, il Gripen NG fornirà capacità di situation awareness superiori grazie a una serie di equipaggiamenti di Finmeccanica – Selex ES.

Oltre al Raven, l’azienda fornirà anche il sensore Skyward G-IRST (Infrared Search & Track) e il sistema IFF (Identification Friend-or-Foe), che saranno contrattualizzati nei prossimi mesi. La partecipazione di Finmeccanica – Selex ES al programma Gripen NG risale al 2009, quando venne firmato un accordo con Saab per lo sviluppo del radar Raven. A questo seguirono nel 2010 la selezione dell’IRST Skyward-G e del sistema IFF. Un esemplare di radar Raven di produzione è attualmente installato sui velivoli di test Gripen, mentre voli di prova con l’IRST Skyward G sono in corso da marzo con ottimi risultati, dimostrando la rilevanza di un sensore passivo come parte integrante di un sistema d’arma. Il sistema IFF sarà consegnato entro l’anno. Come recente sviluppo, inoltre, il nuovo BriteCloud Expendable Active Decoy (EAD) di Finmeccanica – Selex ES è stato scelto come equipaggiamento di guerra elettronica in opzione sia per il Gripen NG sia per tutte le altre versioni del velivolo. BriteCloud EAD è l’unico prodotto del suo genere oggi disponibile sul mercato e Saab sarà il primo partner a proporlo, aumentando le prospettive internazionali del Gripen NG. Prove del BriteCloud a bordo della piattaforma sono previste entro la fine del 2014.
Attualmente, le versioni Gripen C / D sono in servizio in Svezia, Sud Africa, Ungheria, Repubblica Ceca e Tailandia. Il Gripen NG è in fase di sviluppo per la Svezia ed è stato selezionato in Brasile dove sono in corso le trattative finali. La capacità e il prezzo del Gripen NG lo rendono una proposta molto appetibile sul mercato, come dimostrato dal crescente interesse in tutto il mondo. Con opportunità di aggiornamenti sullle versioni Gripen C / D e nuovi ordini per il Gripen NG, Finmeccanica – Selex ES prevede di fornire fino a 200 set di sensori nei prossimi 10 – 15 anni.

Contratto da 133 milioni di euro con Londra per AgustaWestland
Finmeccanica – AgustaWestland si è aggiudicata dal Ministero della Difesa del Regno Unito il contratto per l’integrazione del missile (FASGW) sui 28 elicotteri AW159 della Marina Militare britannica.

Il contratto, del valore di 113 milioni di euro (90 milioni di sterline), include l’integrazione, il collaudo e l’installazione di due diversi sistemi missilistici aria-superficie, rispettivamente il FASGW(H)/ANL di MBDA e l’LMM di Thales. I missili daranno agli AW159 eccezionali capacità contro un’ampia varietà di obiettivi sia navali sia terrestri, garantendo grande flessibilità operativa in ogni scenario. Il Ministero della Difesa britannico sta introducendo in servizio 28 elicotteri AW159 per la Marina Militare e 34 per l’Esercito, per un totale di 62 elicotteri al fine di sostituire gli elicotteri Lynx attualmente in servizio. Il contratto rappresenta l’ennesima conferma del lungo e solido rapporto di collaborazione tra Finmeccanica – AgustaWestland e il Ministero della Difesa britannico. L’Azienda fornisce da decenni elicotteri navali e terrestri alle Forze Armate, unitamente ad un’ampia gamma di completi servizi di addestramento e supporto.

Selex ES annuncia le prove in volo di BriteCloud sul Gripen
Finmeccanica – Selex ES e Saab hanno annunciato che i test in volo di BriteCloud si terranno a settembre 2014. Le prove prevedono il lancio del nuovo decoy da velivoli Gripen prodotti da Saab.

Il BriteCloud Expendable Active Decoy (EAD) è un dispositivo di disturbo con memoria digitale a radio frequenza di dimensioni ridotte, in grado di confondere la maggior parte delle minacce terra-aria e aria-aria tradizionali e moderne. BriteCloud è progettato per essere lanciato da cartucce chaff & flare standard e richiede, pertanto, interventi minimi di integrazione sulla piattaforma. Il dispositivo fornisce tecniche di contro misure elettroniche (ECM – Electronic Counter Measures) e ridotti tempi di risposta, generalmente associati ai Towed Radar Decoy (TRD) a fibre ottiche impiegati, aumentando al contempo la distanza di sicurezza tra il velivolo e la minaccia. Saab è il primo partner a offrire BriteCloud come dispositivo opzionale su tutte le versioni esistenti e future del Gripen per migliorare le prestazioni di guerra elettronica del velivolo. Finmeccanica – Selex ES ha avviato la produzione di BriteCloud della versione standard da 55 mm. Il primo lotto sarà disponibile per la fine del 2014. Sono inoltre iniziate le attività per lo sviluppo del BriteCloud da 218 mm; la produzione e il collaudo sono previsti all’inizio del 2015. Le prove in volo del dispositivo sul Gripen sono il risultato della stretta collaborazione tra Finmeccanica – Selex ES e Saab. La decisione di includere il BriteCloud nel portafoglio di dispositivi per il miglioramento delle prestazioni di guerra elettronica accresce la gamma di tecnologie offerte da Finmeccanica – Selex ES agli utilizzatori del Gripen. Finmeccanica – Selex ES è già fornitore del radar AESA Raven ES-05, del dispositivo Skyward-G IRST e dell’ultima generazione IFF per l’equipaggiamento del Gripen NG.

Finmeccanica – Selex ES presenta AFIS, sistema mobile di comunicazioni ATC per operazioni fuori area

A Farnborough International Air Show 2014, Finmeccanica – Selex ES presenta l’AFIS, Aerodrome Flight Information System, una torre di controllo mobile per comunicazioni ATC (Air Traffic Control) terra – bordo – terra, trasportabile su un velivolo C-130J e rapidamente dispiegabile per operazioni fuori area. L’AFIS è una soluzione ideale per aree e teatri operativi disagiati o per situazioni di emergenza dove sia necessario prevedere tempestivamente servizi di comunicazioni aeronautiche per le attività delle Forze Armate nei differenti contesti operativi, in particolare per gestire le fasi critiche del volo, ossia nelle operazioni di decollo, avvicinamento e atterraggio. Il sistema mobile AFIS è progettato per essere trasportato su un C-130J oppure trainato su strada. Alloggiato su un carrello, è estensibile attraverso bracci meccanici. L’ AFIS è composto da quattro radio IP per comunicazioni aeronautiche e marine in banda VHF e UHF, un sistema di radio comunicazioni terrestri TETRA in banda UHF, un sistema meteo e un GPS. Le comunicazioni radio sono gestite attraverso due postazioni operatore che si connettono mediante protocollo VoIP EUROCAE ED137B. Pioggia, neve, ghiaccio, polvere, sabbia, parametri termici e di umidità estremi non influiscono sulle prestazioni dell’AFIS e sull’efficacia delle comunicazioni, garantite anche in condizioni meteorologiche e ambientali difficili. Il sistema è, infatti, in grado di operare ad un’altitudine fino a 3000 metri sul livello del mare e con raffiche di vento fino a 50 chilometri oppure fino a 120 chilometri orari a seconda che non abbia sostegni o sia ancorato a terra. L’AFIS presentato a Farnborough nell’area statica di Finmeccanica è di proprietà dell’Aeronautica Militare italiana

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password