Sikorsky vince la gara per la flotta Combat SAR dell'USAF

Sikorsky-Black-Hawk

La US Air Force ha stipulato un contratto da 1.28 miliardi di dollari con il consorzio Sikorsky-Lockheed Martin per l’acquisizione di elicotteri da combattimento, ricerca e soccorso Black Hawk CSAR; stipulato la settimana scorsa, l’accordo prevede lo sviluppo di una versione aggiornata dell’UH-60M e la realizzazione e consegna di 112 esemplari attrezzati con apparecchiature di missione Lockheed Martin. Avviato nel 2006 con l’obiettivo di sostituire la flotta USAF HH-60G Pave Hawk, il programma arriva in porto con quasi cinque anni di ritardo: conosciuto inizialmente come CSAR-X, si apre con l’assegnazione di un appalto da 10 miliardi di dollari assegnato a Boeing per 141 HH-47; congelato nel 2009 dal Pentagono, il programma riparte nel 2012 come “USAF’s Combat Rescue Helicopter”.

La decisione dei vertici dell’Air Force risente dello stato della flotta HH-60G Pave Hawk, 93 elicotteri impiegati nelle missioni SAR e MEDEVAC in Afghanistan ed Iraq che nel 2011 contano fino a 10.000 ore di volo, livello che supera ampiamente le 7.000 ore previste per tutto il periodo di vita operativa 1989-2019. La gara d’appalto, alla quale rinunciano AgustaWestland e Northrop Grumman con l’AW101/ HH-71, Boeing-Bell con il V-22 Osprey ed Eurocopter con una versione modificata dell’ EC725 Cougar, viene quindi vinta dal consorzio Sikorsky-Lockheed Martin che si aggiudica una commessa ventennale che secondo i vertici USAF potrebbe valere fino a 7.9 miliardi. Rispetto all’HH-60G, il nuovo velivolo prevede una cabina con maggiore capacità di carico e un range operativo superiore; migliorata la resistenza strutturale e invariata l’unità motrice, con due General Electric T700-GE-710D turbo albero da 1.890 hp (1.410 kW) ciascuno.

Il contratto da 1.28 miliardi prevede lo sviluppo e l’integrazione di sistemi di missione di soccorso, la consegna di quattro elicotteri CSAR e la formazione di equipaggi e team di manutenzione

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password