Prosegue il rafforzamento dell'esercito somalo

EUCAP_Nestor_Somalia_400x300

Il programma di addestramento gestito a Mogadscio dagli istruttori della missione europea EUTM Somalia e dai consiglieri militari statunitensi ha permesso a 250’ militari somali di frequentare due settimane di corso addestrativo al combattimento in ambiente urbano, un’esi8genza particolarmente sentita negli scontri con i qaedisti del movimento Shabab.
Il generale paracadutista Massimo Mingiardi, alla testa di EUTM Somalia, ha definito il corso teso “a costituire le capacità operative necessarie all’esercito somalo affinché possa sconfiggere i gruppi terroristi e garantire la sicurezza nazionale”. Il corso gestito da EUTM Somalia ha coinciso con l’addestramento fornito dagli statunitensi a due compagnie di forze speciali somale (270 militari) nelle attività contro insurrezione e anti terrorismo.  Questo specifico addestramento verrà impartito entro l’anno a 450 militari somali di tre unità commando.

Secondo quanto riferito dal comandante dell’Esercito Somalo,  generale Dahir Aden Elmi, l’addestramento specifico della prima unità di forze speciali ha preso il via nell’ottobre 2013. Continuano inoltre i programmi di addestramento delle reclute somale gestiti in Somalia e all’estero da Paesi alleati. In luglio sono rientrati a Mogadscio 110 soldati addestrati in Turchia, la missione europea EUTM (86 militari di Italia, Germania, Svezia, Ungheria, Spagna, Serbia, Belgio, Finlandia, Olanda e Portogallo) ha già addestrato 3.600 militari mentre anche la Tanzania ha assunto l’impegno di formare un migliaio di reclute somale.

Foto: Defenceweb

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password