Conclusa la JAPCC Conference 2014

autori-FVP-durante-il-question-time

Kleve (Germania) . Alla presenza del Comandante delle Forze Aeree della NATO, generale Gorenc, e del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, generale Preziosa, si è tenuta il 20 novembre la conferenza annuale del Joint Air Power Competence Centre ( Centro d’eccellenza NATO – JAPCC),  avente come tema “NATO – a Future Vector”, quale corollario del progetto pluriennale Future Vector  (FVP) avviato dallo stesso Centro nel 2013. Il generale Wundrak, direttore del JAPCC, ha sottolineato l’importanza del FVP rapportandolo all’attuale situazione geo-strategica, all’interno della quale il Potere Aerospaziale è stato nuovamente chiamato a giocare un ruolo fondamentale sia per dissuadere ma, soprattutto, per fronteggiare nuove minacce.
Nella sua nota di apertura, il Generale Wundrak ha rimarcato come gli scenari in Ucraina, Siria, Iraq e Nord Africa abbiano dimostrano come la disponibilità di uno strumento aerospaziale, pronto, flessibile e proiettabile, sia una capacità irrinunciabile e decisiva per l’establishment politico.

Alla conferenza sono intervenuti gli autori di numerosi essay raccolti nei volumi riguardanti lo studio del FVP (disponibili on line); gli autori hanno dibattuto su temi di attualità come il contrasto alla minaccia terroristica, ma anche al rafforzamento di capacità convenzionali afferenti la difesa dello spazio aereo.
Il mantenimento delle capacità convenzionali, anche a dispetto delle necessità di contingenza, è uno dei pilastri del progetto FVP il quale sostiene che la dissuasione storicamente esercitata dalla NATO ha sempre visto il Potere Aerospaziale in prima linea.
A latere della conferenza è stato siglato un importante agreement tra la Lincoln University (UK) e il JAPCC al fine di incrementare la capacità di ricerca e diffusione di concetti in ambito internazionale.

Alla conferenza hanno preso parte oltre 200 invitati di cui 35 ufficiali generali appartenenti a 23 Paesi, nonché rappresentanti della politica provenienti da Spagna, Romania, Germania e Olanda; infatti, il FVP si propone non solo di dibattere e trovare soluzioni all’interno del contesto puramente militare, ma soprattutto è orientato a coinvolgere la componente politica che rappresenta il fattore decision maker, il cui orientamento è decisivo in termini di scelte rivolte sia al procurement che all’intervento operativo.
A sottolineare l’importanza dell’evento anche prestigiose ditte impegnate nel comparto Difesa come:Airbus, Northrop Grumman, Sikorsky, United Technology, IABG, Draken, UTC, CAE e Thales-Raytheon.

Durante la conferenza il Generale Preziosa ha incontrato i componenti italiani del JAPCC nonché del CAOC-5 di Uedem discutendo sui temi di lavoro in cui la locale comunità militare italiana è coinvolta in maniera determinante.

fonte: Comunicato JAPCC

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password