Moretti dimagrisce per guadagnare di più

squared_medium_squared_original_Finmeccanica_Headquarters_2_square

di Pietro Romano da Panorama  dell’11 novembre 2014

Pronto il piano industriale di Finmeccanica messo a punto con McKinsey: il gruppo sarà ridimensionato Perimetro ristretto. Forte riduzione di fatturato e dipendenti. Una redditività promessa a due cifre. Sono questi, secondo quanto risulta a Panorama, i pilastri del piano industriale di Finmeccanica, elaborato con l’aiuto di McKinsey, che Mauro Moretti, l’amministratore delegato del gruppo fortemente voluto dal premier Matteo Renzi, porterà al consiglio di amministrazione nelle prossime settimane. Per delineare quella che appare una Finmeccanica piccola piccola. Nel gruppo, che potrebbe cambiare perfino nome, nulla sembra destinato a rimanere come prima. Tranne AgustaWestland, la società elicotteristica, che non subirà scossoni. Alenia Aeronautica verrebbe scissa in due: la produzione di velivoli rimarrebbe nel core business, le aviostrutture (compresi gli stabilimenti all’avanguardia che lavorano per Boeing e Lockheed Martin) entrerebbero, per ora, in un nuovo contenitore per essere offerte, in seguito, ai partner americani.

Moretti è interessato a proseguire da solo la produzione dell’aereo regionale Atr, ma Airbus non è disposta a cedere la sua metà e, comunque, appare difficile proseguire questa esperienza di successo senza la struttura di vendite francotedesca. Si profila la fusione per Wass e Oto Melara (siluri, cannoni e droni) e l’uscita dalle partecipate di minoranza: il consorzio missilistico Mbda, Elettronica, Eurotech, SuperJet.

I trasporti saranno dismessi. Nemmeno lo spazio interesserebbe a Moretti, a meno di forti iniezioni di denaro pubblico. Rimane l’elettronica. Finmeccanica, con le relazioni con gli Usa al lumicino, non può valorizzare la controllata americana Drs, che rischia la svendita. Più complesso, anche per le ricadute occupazionali, è il futuro di Selex Es, nodo gordiano del piano. La parte avionica, perlopiù localizzata nel Regno Unito, sarebbe appetita da Bae Systems.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password