Primi appontaggi per l’F-35C

F35C

La componente aerea della US Navy scrive una nuova pagine nella storia dell’F-35 Lightning II. Il 3 novembre scorso, a largo di San Diego, la variante C del Joint Strike Fighter prodotto da Lockheed Martin ha portato a termine il suo primo “appontaggio con recupero arrestato”. Condotto con un F-35C siglato “CF-03”, il Developmental Testing I (DT-I) è stato effettuato sulla portaerei USS Nimitz (CVN 68) dal Comandante Tony Wilson, pilota sperimentatore dell’Air Test and Evaluation Squadron (VX) 23.

Primo dei tre test di sviluppo previsti per l’imbarco, il DT-I comprendeva una serie manovre operative, inclusi vari decolli con spinta iniziale fornita da catapulta e numerosi appontaggi assistiti dal gancio di coda e relativa corda di arresto. Secondo i piani del Pentagono, il velivolo dovrebbe essere assegnato ai reparti nel 2018.

Entro il 2025 la flotta aerea imbarcata sulle portaerei della US Navy dovrebbe essere esclusivamente composta da caccia Lockheed Martin F-35C Lighting II e Mc Donnell Douglas F/A-18E/F Super Hornet, da bimotori a getto Boeing EA-18G Growlers per la guerra elettronica (EW), da bimotori turboelica Northrop Grumman E-2 Hawkeye con compiti di Airborne Early Warning, da elicotteri multiruolo Sikorsky MH-60R/S Seahawk e da una componente aerea per il trasporto e il rifornimento logistico.

Foto US Navy

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password