Test a fuoco per il missile da crociera pakistano Ra'ad

Raad

Il Pakistan ha eseguito con successo un test a fuoco con il missile da crociera (ALCM) aria-superficie Hatf-VIII (Ra’ad) “Thunder”, sistema d’arma con capacità nucleare lanciato il 2 febbraio scorso da un velivolo non precisato delle Forze aeree pakistane (PAF). La notizia, diramata dal sito Inter-Services Public Relations (ISPR) e pubblicata dalla rivista specializzata IHS Jane’s, precisa che per il Ra’ad si tratta del quinto test di fuoco e che nei quattro precedenti era stata utilizzata come piattaforma di lancio un caccia Dassault Mirage III Retrofit Of Strike Element (ROSE) modificato.

Sviluppato dalle aziende pakistane Air Weapons Complex (AWC) e National Engineering and Scientific Commission (NESCOM), l’Hatf-VIII è spinto da un motore turbofan che gli permette di raggiunge una velocità massima di poco inferiore a Mach 1 e un range di 350 km. Può essere armato con testate ad alto impatto esplosivo (HE) o nucleari (10-35 kt) ed ha una precisione sull’obiettivo praticamente millimetrica, pari a quella del predecessore Hatf-VII (Babur).

Il sistema di guida è Inertial navigation system (INS), Terrain Contour Matching (TERCOM), Digital Scene-Mapping Area Correlator (DSMAC), BeiDou Navigation Satellite System (COMPAS) e Global Positioning System (GPS). Il Pakistan, che ha eseguito il test a due giorni dal lancio del missile balistico indiano Agni-V, considera il Ra’ad un missile strategico estremamente affidabile, capace di colpire sia target terrestri che navali. Entrato in servizio nel 2007, è destinato alla flotta CAC/PAC JF-17 Thunder. (IT log defense)

Foto: ISPR

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password