Test per il missile balistico a corto raggio indiano Prithvi-II

Prithvi_II

Il Comando delle Forze Strategiche indiane ha eseguito con successo un test di volo del Prithvi-II, missile balistico superficie-superficie a corto raggio (SRBM) realizzato dall’agenzia governativa indiana Defence Research and Development Organisation (DRDO) all’interno piano di sviluppo definito dall’Integrated Guided Missile Development Program. La notizia, pubblica dal quotidiano indiano in lingua inglese The Hindu, precisa che il missile, partito alle 09:20 del 19 febbraio dall’Integrated Test Range (ITR) di Chadipur, poligono sulle coste del distretto orientale di Odisha, ha centrato sette minuti più tardi il target designato (largo meno di 20 metri) posto a 250 km di distanza a largo della Baia del Bengala. Missile con capacità nucleare, il Prithvi è realizzato in tre versioni, a singolo o doppio stadio a propellente liquido e solido, ed ha una probabilità di errore circolare (CEP) – distanza tra il bersaglio e l’effettivo punto d’impatto su un obiettivo al suolo di un missile balistico – che si avvicina ai 10 – 20 metri.

Vettore a singolo stadio, il Prithvi I (SS-150) è stato sviluppato per le Forze di terra e può essere lanciato da una rampa verticale mobile montata su automezzo Tata 8×8; ha una gittata di 150 chilometri (93 mi) ed è armato con una testata da 1.000 chili. Il Prithvi II (SS-250), versione per le Forze aeree, ha una gittata di 250 km (160 mi) e una testata da 500 chili; assegnato anche delle Forze di terra, è un missile a singolo stadio ed è equipaggiato con un sistema di guidai inerziale e contromisure elettroniche utilizzate per ingannare i missili anti-balistici. Versione per la Marina Militare, il Prithvi III (SS-350) è conosciuto anche come Dhanush, missile superficie-superficie a due stadi – il primo solido, il secondo liquido – con range massimo che varia in funzione della testata utilizzata: 350 km (220 mi) con testata da testata da 1000 kg; 600 km (370 mi) con 500 kg; 750 km (470 mi) con 250 kg.

Per il Prithvi-II l’ultimo lancio eseguito dal Comando delle Forze Strategiche risaliva 14 novembre 2014; nella stessa settimana era stato, inoltre, eseguito un test con un Dhanush. (IT log defence)

Foto TheHindu

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password