L’India compera 36 Rafale

diapo5_W1I9905

Mentre l’Italia resta al palo nei rapporti con l’India a causa dell’ormai infinita vicenda dei Fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, il premier indiano Narendra Modi visita Berlino e Parigi e Ottawa e stipula affari d’oro nei settori commerciali, nucleare e difesa.

In Francia è stato annunciato l’acquisto da parte indiana di 36 cacciabombardieri Dassault Rafale che entreranno in servizio nei prossimi due anni nell’Indian Air Force (IAF) come ha detto il ministro della Difesa Manohar Parrikar ai giornalisti.

Non si tratta del contratto per 126 Rafale relativo alla gara vinta nel gennaio 2012 dalla Dassault da tempo oggetto di serrate trattative per la definizione del numero di velivoli da produrre in India (108) e per la pretesa di Nuova Delhi di imbarcarvi apparati  indiani, ma di una commessa effettuata con “procedura urgente” per soddisfare le esigenze prioritarie di difesa nazionale, dettate ufficialmente dalla preoccupazione dell’aeronautica indiana è di non essere in grado di contrastare le forze aeree di Cina e Pakistan.

I nuovi velivoli consentiranno di rimpiazzare gli obsoleti Mig 21 (150 ancora in servizio) e Mig 27 (85) russi che saranno smobilitati a partire dal 2017 .

Il ministro della Difesa francese, Jean-Yves Le Drian, ha riferito che i 36 Rafale saranno realizzati in Francia .Di recente, dopo i ritardi nella conclusione del mega accordo per 126 caccia multiruolo, la IAF aveva fatto pressione per l’acquisto diretto di due squadroni (da 18 velivoli) di Rafale per un valora stimato in 4 miliardi di dollari.

Secondo la stampa indiana, l’India ha bisogno urgentemente bisogno di estendere la IAF  a 45 squadroni dagli attuali 34.

Il 2015 si conferma così un anno di svolta per il gruppo Dassault che dopo il contratto con l’Egitto di febbraio (24 Rafale) incassa anche la commessa indiana annunciata dallo stesso Narendra Modi, nel corso dell’incontro a Parigi con Francois Hollande.

“Ho chiesto al presidente di fornirci 36 jet militari Rafale”. Modi ha discusso anche l’acquisto di reattori nucleari francesi mentre secondo il quotidiano Le Monde la commessa per i Rafale potrebbe salire a 63 velivoli per un valore di 7,2 miliardi di euro.


Foto: Dassault Aviation

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password