A Erbil e Herat i militari italiani addestrano le forze locali

1-4

I Carabinieri del Police Advisor Team (PAT) e i militari dell’Esercito del Military Advisor Team (MAT) del Comando TAAC W (Train Advise Assist Command West), hanno terminato da pochi giorni il corso “Close Quarter Battle”, rivolto ad agenti delle Forze di Sicurezza afgane ed incentrato sulla ricerca e bonifica di edifici e su varie procedure base di polizia.

A conclusione del ciclo addestrativo, è stata svolta una dimostrazione pratica in cui gli afgani, in totale autonomia, hanno pianificato l’intera attività e condotto l’esercitazione sul terreno, analizzandone al termine gli errori e i progressi.

Nello stesso periodo, i Carabinieri del Police Advisor Team hanno anche tenuto un Symposium sul “Pattugliamento mobile” ed un corso sui “Mobile Check Points”, in cui sono stati illustrati gli elementi fondamentali del pattugliamento mobile di polizia in area urbana, caratterizzato da elevata flessibilità e massima copertura del territorio.

Il corso è stato arricchito da lezioni in aula ed esercitazioni pratiche incentrate sulle tecniche di perquisizione dei veicoli e delle persone.

I corsi svolti dai militari dell’Arma dei Carabinieri e dell’Esercito, in maggioranza provenienti dalla Brigata alpina “Julia”, a favore dell’ Esercito (Afghan National Army) e della Polizia (Afghan National Civilian Order Police), continuano a migliorare le loro capacità operative e quelle di cooperazione per la sicurezza del paese.

In Kurdistan iracheno l’attività addestrativa è stata condotta dal Comando multinazionale Kurdish Training Coordination Center (KTCC) – attualmente sotto guida italiana – che coordina gli istruttori militari italiani, inglesi, tedeschi, olandesi, norvegesi, finlandesi e ungheresi.

Il ciclo addestrativo si è concluso con esercitazioni che hanno verificato l’acquisizione della piena capacità operativa dei militari curdi e la condotta di attività tattiche difensive e offensive in diversi ambienti operativi e in situazioni particolari come quello del combattimento nei centri abitati.

Le autorità curde, nel corso della cerimonia di consegna dei diplomi, hanno espresso il loro apprezzamento per la continua crescita delle capacità operative dei Peshmerga.

Il Kurdish Training Coordination Center, composto al momento da circa 530 uomini e donne appartenenti a 7 Nazioni, dallo scorso gennaio ha addestrato circa 4000 uomini appartenenti alle Forze di sicurezza curde, delle quali circa 1500 sono state formate da 120 militari istruttori italiani.

Fonte : Comunicati Stato Maggiore Difesa

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password