Probabile nuovo acquisto di Su-35 per la VVS russa

su35_main

Il quotidiano russo Vedomosti citando fonti del settore industriale, ha riferito che il Ministero della Difesa e la United Aircraft Corporation (UAC) firmeranno in occasione del salone aerospaziale MAKS-2015 che si svolgerà a Zhukovsky dal 25 al 30 agosto un nuovo contratto per la fornitura di 48 caccia Sukhoi Su-35 (nome in codice NATO “Flanker-E”) per un valore pari a 100 miliardi di rubli (circa 1,6 miliardi di dollari al tasso corrente).

Secondo l’esperto militare Konstantin Makienko questo accordo sarà il più grande per la VVS dal 2012 ovvero quando furono firmati allora i contratti per la fornitura di 92 bombardieri Su-34 e 60 Su-30SM.

Il Su-35 è un caccia monoposto di generazione “4++”, versione multiruolo del Su-27 e dotato come tutta la famiglia dei Flanker di capacità operative a lungo raggio. È spinto da due motori 117S con vettori di spinta TVC (thrust vector control) e combina un’elevata manovrabilità con la capacità d’impegnare in modo efficace diversi bersagli simultaneamente utilizzando tramite i suoi 12 punti di aggancio esterni, un’ampia selezione di armi aria-aria e aria-terra.

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password