I carabinieri addestrano le forze palestinesi

carabinieriMIADIT

Il 29 settembre presso il Center Training Institute (CTI) di Jericho, si è tenuta la cerimonia di apertura terza edizione della missione MIADIT in Palestina: a prima edizione della missione si è svolta nel periodo aprile – giugno 2014 e la seconda da febbraio ad aprile 2015.
L’attività nasce da un accordo bilaterale tra il Ministero della Difesa italiano e il Ministero dell’Interno palestinese, in base al quale un team di Carabinieri specializzati in vari rami professionali, dall’ordine pubblico alla polizia giudiziaria, dalla tutela del patrimonio culturale alle investigazioni scientifiche, svolge delle sessioni di addestramento in favore delle Forze di Sicurezza palestinesi, quali la Presidential Guard, la National Security Force, la Palestinian Civil Police, la General Military Training Commission e la Touristic Police.

La missione prevede un corso specialistico di dodici settimane, che vedrà impegnati 30 istruttori dell’Arma dei Carabinieri, selezionati dal 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania”, dal 7° Reggimento “Trentino Alto Adige”, dal 13° Reggimento “Friuli Venezia Giulia”, dai Reparti Investigativi dell’Arma Territoriale e dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale.

Le attività si svolgeranno presso il CTI di Jericho, un’accademia interforze, e saranno incentrate sulla formazione avanzata nelle tecniche di polizia, investigative e di  protezione dei siti di interesse archeologico-culturale: un delicato impegno che si propone di contribuire in modo significativo, nel contesto degli sforzi internazionali, ad accrescere le capacità tecniche ed operative delle forze di sicurezza locali.

Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti il Console Generale d’Italia in Gerusalemme Davide La Cecilia, il Gen.D. Ioussef Al-Halo, Comandante del GMTC (General Military Training Commission), il Governatore della città di Jericho e i rappresentanti delle missioni USSC (US Security Coordinator on the Israelian and Palestinian Authorities e EUPOL COPPS (European Coordinating Office for Palestinian Police Support). Presenti anche 150 corsisti e 25 assistenti istruttori, qualificati dai Carabinieri nelle precedenti edizioni.

La missione addestrativa in Palestina, svolta dall’Arma dei Carabinieri sotto l’ombrello USSC, che ha menzionato l’attività dell’Arma anche in occasione del 15° World Summit on Counter-Terrorism in Tel Aviv,  si va ad aggiungere alle numerose operazioni attualmente in corso di “capacity building” condotte dalle Forze Armate italiane in diversi teatri operativi esteri.

Fonte: comunicato Stato Maggiore Difesa

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password