Quasi 6 mila raid aerei russi in Siria

SU-15-in-Siria-TASS

L’aeronautica russa ha effettuato in totale 5.662 raid contro “i terroristi” in Siria e ha lanciato 97 missili da crociera tra il 30 settembre 2015 e il 14 gennaio 2016: lo ha reso noto il generale russo Serghiei Rudskoi, portavoce del ministero della Difesa secondo il quale tra dicembre e l’inizio di  gennaio l’offensiva terrestre delle truppe siriane appoggiate dai velivoli di Mosca aveva consentito di liberare oltre 150 città e villaggi precedentemente occupati dai diversi movimenti di ribelli incluso lo Stato Islamico.

“Nel dicembre del 2015 – ha detto il generale – i miliziani sono stati cacciati da 134 villaggi e città e da 19 altri insediamenti nei primi giorni del nuovo anno”. Sempre stando a Rudskoi, “i maggiori successi si sono avuti nelle province di Aleppo, Latakia, Hama, Homs e Raqqa”.

In Iraq invece il governo rivendica di aver effettuato con i propri velivoli Su-25, F-16 ed elicotteri Mi-24 e Mi-28 la maggior parte dei raid aerei contro lo Stato Islamico.

“Il 60% dei raid aerei contro l’IS in Iraq vengono effettuati dalle forze irachene e circa il 40% dalla coalizione a guida Usa ha rivendicato il premier iracheno, Haider al-Abadi, ribadendo però la necessità dell’assistenza internazionale per la copertura aerea, l’addestramento e l’equipaggiamento.

Foto: Aeronautica Russa

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password