Diga di Mosul: Trevi firma il contratto con l’Iraq

366BB61A-CAE3-4DFD-8F36-3A19EB9C4C29_w640_r1_s_cx0_cy5_cw01

Trevi, divisione del Gruppo Trevi, specializzata in fondazioni speciali e consolidamento dei terreni, ha firmato oggi il contratto per la manutenzione e messa in sicurezza della Diga di Mosul in Iraq.La predisposizione e la firma del contratto, di un valore complessivo di 273 milioni di Euro (296 milioni di dollari – ndr), è avvenuta sotto la supervisione del Ministero delle risorse idriche Iracheno (MWR).

L’aggiudicazione fa seguito a una gara internazionale emessa in Ottobre 2015, che ha seguito una procedura d’urgenza per via della situazione critica della diga. Questo contratto, affermano i vertici dell’azienda, conferma l’importante rapporto di stima, che il Gruppo Trevi si è conquistato nel mondo grazie ad una consolidata esperienza in questo tipo di Opere Specializzate e nell’area del Medio Oriente.

Mosul-Dam1Nello specifico, per questo importante progetto è prevista una intensa attività di perforazioni ed iniezioni di miscele cementizie per il consolidamento delle fondazioni della diga, oltre a lavori di riparazione e manutenzione delle gallerie di scarico di fondo della stessa, oggi danneggiate.

Con le prime mobilitazioni, inizieranno anche corsi di specializzazione e training di tecnici e personale locale per l’utilizzo di mezzi di perforazione prodotti da SoilMec (Gruppo Trevi).
La presenza di un contingente militare Italiano e forze di sicurezza locali, garantiranno la sicurezza degli oltre 450 tecnici e personale della Trevi.

Fonte: Comunicato Trevi

Foto: AP e Reuters

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password