La sfida per mantenere le città europee sicure

terrorists-suspects-4677962

di Edward Marsh, Aerospace Defense and Security Director, Frost & Sullivan

Martedìi abbiamo visto ancora ulteriori attacchi nell’UE, questa volta nella capitale dell’Unione, Bruxelles. Ancora una volta sono state attaccate le grandi infrastrutture, l’aeroporto internazionale e la metropolitana come obiettivi designati.
Sono state sollevate domande in merito alla spesa utilizzata per rendere le nostre città più sicure e sul perché i sistemi di sicurezza sono stati nuovamente violati. E ‘importante sottolineare che i governi stanno investendo per rafforzare la sicurezza. Il Belgio stesso ha impegnato ulteriori 450 milioni di Euro per contrastare l’estremismo e la radicalizzazione.

10291771-attentat-a-bruxelles-direct-au-moins-un-suspect-toujours-en-fuite2Il Primo Ministro Michel aveva già valutato come il personale della polizia sia attualmente in numero insufficiente e sappiamo che ci sono circa 300.000 telecamere di sorveglianza in tutto il paese.

La spesa per la sicurezza è stata rivista i tutti gli altri paesi dell’UE. Nel Regno Unito, ad esempio, un aumento del 15% del personale per i servizi di sicurezza, un ulteriore 2.41 miliardi di Euro stanziati attraverso la revisione della difesa strategica per l’equipaggiamento delle Forze Speciali e la decisione di non tagliare sulle forze di Polizia di prima linea.

La Francia ha visto quasi 2.000 unità in più di personale dell’Intelligence e un focus sulla sicurezza di frontiera, nonché infrastrutture nazionali con un incremento di personale di Polizia e Gendarmeria.

2015-11-21T104800Z_307035939_LR2EBBL0TZP1Z_RTRMADP_3_FRANCE-SHOOTING-BELGIUM_0_02Tutta questa spesa è ben accolta e vista come un segnale positivo nel proteggere ulteriormente le città europee. Tuttavia, ci deve essere un equilibrio nella spesa. Abbiamo visto fondi destinati al personale di prima linea, Polizia e personale di sicurezza che senza dubbio aiuteranno nell’incrementare il senso di sicurezza del pubblico.

La spesa deve anche continuare ad essere investita in tecnologia. L’attacco in aeroporto è accaduto all’interno del terminal ai banchi del check-in, in  aree comuni il cui l’accesso non è limitato nella maggior parte dei paesi europei.

Infine, ci deve essere collaborazione tra i servizi di sicurezza. I governi devono fare tutto il possibile per aiutare la collaborazione e far sì dunque che dati ed informazioni si muovano efficacemente ed efficientemente attraverso le agenzie.

untitled-75Abbiamo ascoltato sia il Primo Ministro Cameron che il Presidente Hollande richiedere un rafforzamento della cooperazione europea nella lotta contro ciò che ormai appare una vera e realistica minaccia.

Dobbiamo continuare a mettere in atto tutto il possibile nelle grandi infrastrutture, servizi di polizia e tecnologia. In ultima analisi, questi saranno al massimo della loro efficacia solo se le informazioni raccolte verranno condivise e le attività di intelligence estenderanno a tutte le agenzie di intelligence europee.”

Foto. AFP, Twitter, Reuters

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password