Droni Hermes 450 all’attacco su Gaza

hermes450uav

Per colpire i gruppi armati palestinesi che durante la guerra di Gaza del 2014 minacciavano il territorio israeliano con lancio di razzi e colpi di mortaio, le Forze di Difesa Israeliane (IDF) avrebbero effettuato numerose operazioni offensive utilizzando droni  in configurazione da attacco al suolo. Secondo quanto pubblicato dal sito in lingua inglese Middle East Monitor (MOM), la notizia sarebbe stata diffusa dai vertici militari dello Stato ebraico con un documento non classificato pubblicato la settimana scorsa sulle pagine web del quotidiano israeliano Haaretz; lo stesso articolo sarebbe stato poi rimosso dalla rete senza dare spiegazioni.

hermes_450_11Per fermare gli attacchi palestinesi IDF avrebbe operato lungo la Striscia di Gaza con velivoli a pilotaggio remoto (UAV) Hermes 450 Zik, droni prodotti dall’azienda israeliana Elbit System ed armati con missili aria-superficie AMG-114 Hellfire. Durante le sette settimane del conflitto (8 luglio – 26 agosto 2014) gli Hermes 450 del 200 Squadrone di Palmachim AB avrebbero colpito 5.226 target e reso inservibili 32 tunnel, 14 dei quali utilizzati dai palestinesi per entrare in territorio israeliano.

Sempre secondo quanto pubblicato da MOM, nel rapporto Haaretz descrive due tra le operazioni più significative: la missione dell’8 luglio nella quale vengono uccisi quattro terroristi entrati in Israele attraverso la spiaggia Zikim, a sud di Ashkelon, e il bombardamento del 17 luglio contro un tunnel scoperto dalle truppe israeliane a pochi chilometri dal confine egiziano, un’operazione che ha portato alla cattura di 13 terroristi palestinesi entrati in territorio israeliano con l’intenzione di colpire il kibbutz di Sufa, nella regioni di Eshkol.

Oltre a quelle israeliane, l’Heron 450 è stato acquistato o preso in leasing dalle Forze aeree di 13 nazioni; secondo quanto dichiarato dal ministro della Difesa tedesco Ursula von der Leyen, la Germania lo ha scelto per il ruolo che può svolgere in configurazione da attacco nella protezione delle truppe. (IT log defence)

Foto: aironline.com e Israeliweapons.com

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password