Sottomarini tedeschi o francesi per la Norvegia

300px-Scorpene_Tunku_Abdul_Rahman

La Norvegia ha selezionato i cantieri francesi DCBS e i tedeschi Thyssen Krupp per la fornitura di 4/6 nuovi sottomarini per un valore compreso tra i 3 e i 4 miliardi di euro.

In gara vi sono i battelli  Scorpéne (nella foto un esemplare della Marina Malese) e U-214  mentre non sono stati ammesso alla selezione finali i battelli A-26 dei cantieri svedesi Kockums. Il vincitore verrà designato quest’anno e il contratto verrà firmato nel 2017. Il cantiere tedesco potrebbe risultare avvantaggiato  perché la Norvegia ha sempre impiegato sottomarini tedeschi (le classi Kobben e Ula) ma negli ultimi anni le forze navali norvegesi hanno stretto una forte cooperazione con la Marina Nationale francese.

Oslo valuta di immettere in servizi i primi nuovi battelli nel 2025 quando cominceranno a venire a ritirati dai ranghi i sottomarini classe Ula. La marina norvegese sceglierà i suoi prossimi sottomarini tra due tipologie di unità già consolidate e con  successi di export alle spalle rinunciando quindi ai rischi tecnologici ne di incremento dei costi legati allo sviluppo di una nuova classe di unità.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password