L’Isis continua a perdere terreno

87397559_87397558

Secondo il Pentagono lo Stato Islamico ha perduto il 45 per cento del territori sotto il suo controllo  in Iraq mentre in Siria ha ceduto tra il 16 ed il 20 per cento del territorio. Così uno dei portavoce della Difesa Usa, Peter Cook, ha aggiornato i progressi compiuti dalle forze irachene, dalla Coalizione anti-Isis a guida Usa e dalle forze di Damasco e curdo-siriane.

Le forze di sicurezza irachene hanno lanciato ieri un’operazione per riprenderei il controllo della città di Rutba che è in mano ai jihadisti dell’Isis dal 2014.Forze speciali, soldati, polizia, guardie di frontiera, unità paramilitari filo-governative sono coinvolti nell’operazione per riprendere la città della provincia di Anbar, ha reso noto il Comando delle operazioni congiunte in Iraq in una nota. Prendono parte all’azione anche carri armati, artiglieria e mezzi dell’aeronautica sia irachena che della coalizione anti-Isis.

In Siria invece l’esercito di damasco, appoggiato da bombardamenti aerei, ha respinto oggi un’avanzata dell’Isis verso l’aeroporto di Deyr az Zor, nell’est del Paese.

Lo riferisce l’agenzia governativa Sana, dopo che, nella notte, le forze lealiste avevano anche ripreso il controllo di un ospedale dove erano penetrati i jihadisti dello Stato islamico uccidendo decine di soldati.

Deyr az Zor è controllata dalle forze lealiste ma è sottoposta da mesi ad un assedio dell’Isis.

Fonti militari hanno detto che l’esercito di Damasco sta avanzando verso il giacimento di gas naturale di Al Shaer, tra Homs e Palmira, che nei giorni scorsi era caduto nelle mani dei jihadisti.

E’ la terza volta che l’Isis conquista il campo di Shaer dopo averlo perso due volte in favore dei governativi.

Ieri i miliziani dell’Isis lo avrebbero fatto esplodere secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus), ong vicina ai ribelli anti-Assad. . Ci sono state tre enormi esplosioni causate dall’Isis e sarebbero state fatte saltare diverse stazioni di pompaggio.

(con fonti Ansa e AGI)

Foto: Esercito iracheno, SANA e Askanews/AP

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password