ACCORDO ROMA-PARIGI PER IL MISSILE ASTER 30 BLOCK 1NT

6f52a6f1-4f5f-48d9-b725-a4a651d2eba402Medium

Il Ministro della Difesa italiano, Roberta Pinotti, ed il suo omologo francese, Jean-Yves Le Drian, hanno firmato oggi a Parigi un accordo di “cooperation arrangement” volto allo sviluppo congiunto del missile Aster 30 Block 1NT. Tramite questo accordo‎ l’Italia si unisce alla Francia che ha già lanciato il programma di sviluppo lo scorso dicembre.

Il programma Aster 30 Block 1NT comprende, oltre all’evoluzione del missile, anche l’ammodernamento dei sistemi SAMP/T attualmente in servizio con l’aeronautica francese e l’esercito italiano. Questi sistemi saranno dotati di capacità superiori in particolare per l’ingaggio di missili balistici e forniranno un contributo fondamentale al programma della NATO in questo settore.

Antoine Bouvier, CEO di MBDA, ha commentato: “Questo accordo segna una tappa estremamente importante per la cooperazione europea nel settore della difesa e per MBDA in particolare. Il programma del missile Aster é il programma relativo a missili tattici più ambizioso in Europa. I due paesi, che hanno portato avanti questo programma per molti anni, hanno tracciato il cammino del programma Aster per il prossimo decennio ed oltre.

Questo permetterà di mantenere il know-how industriale ai massimi livelli per molti anni a venire e di garantire la sovranità nazionale italiana e francese nel settore. Aster infatti è molto piu’ di un missile. E’ un’intera famiglia di sistemi di difesa aerea e anti-missile che é stata adottata da 11 forze armate nel mondo. Aster rappresenta‎ la frontiera tecnologica delle capacità militari a livello mondiale e come tale serve a consolidare l’industria missilistica europea”.

Il programma ASTER è seguito  dal Segretariato Generale della Difesa (SGD) per l’Italia e dalla Direzione Generale degli Armamenti (DGA) per la Francia con il sostegno dell’organizzazione congiunta per la cooperazione in materia di armamenti (OCCAR).

Avviato  nel dicembre scorso, il programma B1NT comprende, oltre al miglioramento del missile ASTER, la modernizzazione dei sistemi SAMP/T attualmente utilizzati dall’Esercito italiano e dall’Aeronautica militare francese.

Gli sviluppi conseguiti porteranno ad una maggiore capacità anti missile balistico e fornirà un contributo essenziale alla Nato.

L’accordo permette inoltre di consolidare la cooperazione industriale fra THALES e MBDA nell’ambito del consorzio Eurosam, in una logica industriale europea volta anche verso l’esportazione.

Lanciata nel 1988 da Francia e Italia, la famiglia di missili Aster (anche nota come FSAF – Future Surface-to-Air Family)‎ per la difesa aerea e anti-missile a base terrestre é in servizio con l’esercito italiano e l’aeronautica francese.

Viene inoltre impiegata, nella sua versione navale, per l’autodifesa delle portaerei francesi e italiane e fornisce capacità di autodifesa e di difesa di zona e navale alle fregate e ai cacciatorpedinieri inglesi, francesi e italiani.

Il programma Aster 30 Block 1NT comprende l’evoluzione nell’elettronica del missile Aster 30,così come modifiche dei sistemi terrestri SAMP/T per accogliere il nuovo missile che sarà disponibile a partire dal 2023.‎

La Gran Bretagna, che impiega i missili Aster 30 sui suoi cacciatorpedinieri Type 45, ha dichiarato durante lo scorso summit franco-britannico, tenutosi ad Amiens nel marzo 2016, che sta considerando l’acquisizione dei missili Aster Block 1NT per equipaggiare queste unità navali.

(con fonte  MBDA e Ministero Difesa Italiano)

Foto: MBDA, Difesa.it e Royal Navy

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password