TERREMOTO: CONTINUA L’IMPEGNO DEI MILITARI

4c556b43-0439-4de4-8323-e6b1aed42bf701fMedium

Continua senza sosta l’opera di soccorso delle Forze Armate in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto scorso: nell’operazione denominata “Sabina” sono impiegati oltre 850 uomini e donne dell’Esercito e dell’Aeronautica Militare, il cui compito principale al momento è contribuire alla rimozione delle macerie e l’apertura della rete viaria ostacolata dai detriti.

A tal proposito, unità del Genio dell’Esercito hanno ripristinato la viabilità di accesso principale alla città di Amatrice, rappresentata dal ponte “Tre Occhi”, dichiarato inagibile ed in luogo del quale è stato reso operativo un by pass.

A questi si aggiungono squadre dedicate al supporto alle attività delle agenzie coinvolte, tra cui Protezione Civile, Vigili del Fuoco e Croce Rossa, al coordinamento e alla pianificazione, ma anche team specializzati con competenze peculiari quali ad esempio il sostegno psicologico.

Anche la Marina Militare contribuisce alle operazioni di soccorso: è operativo un plotone di fucilieri della Brigata Marina “San Marco” di Brindisi.

Si tratta di militari che concorreranno a svolgere compiti di rimozione delle macerie e operare in supporto alla popolazione colpita dal sisma.

Alcuni fucilieri inviati nella zona del sisma, appartengono al Battaglione Logistico “Golametto”, addestrato e preparato ad operare nel settore delle strutture campali (tende, rifornimenti..).

L’Arma dei Carabinieri inoltre contribuisce con più di 500 militari, impegnati principalmente in attività di vigilanza antisciacallaggio nelle città terremotate e nelle molte frazioni periferiche.

(con fonte comunicato Difesa.it)

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password