BAE Systems ha presentato il nuovo AMPV per l’Us Army

bassett-milner-bae-york-for-ampv-2-1024x640

BAE Systems ha presentato il 15 dicembre presso lo stabilimento di York, in Pennsylvania, il primo prototipo di un nuovo mezzo corazzato multi-ruolo (AMPV) destinato all’esercito statunitense. Il nuovo cingolato fornisce maggiori possibilità di sopravvivenza e una migliore mobilità delle truppe, un più adeguato livello di protezione delle forze e un’efficace superiorità in combattimento rispetto ai mezzi che rimpiazzerà della famiglia M-113 che costituiscono ancora un terzo dei veicoli assegnati alle brigate corazzate e meccanizzate ma non sono impiegabili in combattimento a causa delle loro limitate prestazioni e vulnerabilità.

BAE System precisa che il nuovo AMPV, è un mezzo robusto e moderno che soddisfa le esigenze delle forza di terra del futuro: il veicolo affiancherà i carri Abrams e i veicoli da combattimento Bradley (che potrebbe in parte sostituire in futuro) nelle Armored Brigade Combat Team (ABCT).

ampv

Nel dicembre 2014 BAE System si era aggiudicata un contratto da 1,2 miliardi di dollari per la progettazione, lo sviluppo e la Low-Rate Initial Production (LRIP) del programma AMPV. Durante la prima fase, valutata 383 milioni di dollari, la società si era impegnata a realizzare 29 veicoli in tutte le varianti: multiruolo/trasporto truppe (rimpiazza l’APC M-113A3), veicolo comando (rimpiazza l’M-1068A3), portamortaio (sostituisce l’M-1064A3), ambulanza (sostituisce l’M-113 AMEV) e veicolo per interventi medici (rimpiazza lM-577A3).

I test sul terreno dovrebbero iniziare nel 2018, mentre per tutto il 2017 è prevista la produzione di nuovi prototipi. Il programma prevede 2.897 veicoli al costo complessivo di 10,7 miliardi di dollari, 3,7 milioni ad esemplare. (IT log defence)

Foto: BAE Systems

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password