Tre Ilyushin Il-22PP da guerra elettronica per l’Aeronautica russa

il22pp-4_airwar-ru

Il Ministero della Difesa russo ha ricevuto tre aerei Ilyushin/Myasishchev Il-22PP “Porubshcik” da guerra elettronica (ECM).
A riferirlo alla stampa russa è stato l’AD di Mobile TeleSystems PJSC Alexander Gorbunov, società che si occupa di buona parte della componentistica elettronica speciale di cui è dotato il velivolo.
“Un prototipo di Il-22PP ha superato le prove di Stato – ha commentato Gorbunov – e noi contiamo di consegnare due nuovi velivoli entro la fine dell’anno in corso.”

L’Il-22PP è una variante da guerra elettronica basata sull’aereo Il-20; secondo i progettisti del sistema l’elettronica di bordo del velivolo in questione nasce principalmente con lo scopo di “disturbare” i sistemi dei E-3 AWACS della NATO.

L’urgenza della consegna dei nuovi velivoli nasce certamente dalla presenza ingombrante in Turchia di una flotta di 16 E-3 AWACS che secondo le note ufficiali è presente in zona per combattere i terroristi Daesh (che prò non dispone di forze aeree) ma molto più probabilmente per monitorare le forze aeree siriane e russe, così come ammesso dall’Air Commodore Paddy Teakle, vice comandante dell’Airborne Early Warning & Control Force NATO.

il-22pp_ellas-gr

“Non nego che gli AWACS controlleranno dal territorio turco le forze aeree russe in Siria e le forze aeree di Bashar al-Assad. Data la loro capacità [degli E-3] i radar sono in grado di monitorare il territorio in Siria e in Iraq, ma questo non è il nostro unico obiettivo” ha detto Teakle.

Quadrimotore turboelica, l’Il-22PP ha un’autonomia di 6.500 chilometri, una tangenza di 11.800 metri e una velocità massima pari a 685 km/h; questa particolare versione pare operi in modalità di ricerca passiva e solo successivamente imposti una direzione specifica di interferenza selettiva con il complesso sistema elettronico capace di accecare i sistemi radar e di comunicazione nemica senza interferire con le loro apparecchiature radio amiche.

Dotato di particolari carenature laterali (due per lato), l’Il-22PP nasce inoltre per contrastare i sistemi missilistici MIM-104 Patriot, velivoli con e senza equipaggio ma anche per proteggere aerei amici da velivoli ECM nemici.

Foto Airwar

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password