Cambio della guardia al vertice di Leonardo

Profumo

Il Consiglio di Amministrazione di Leonardo, riunitosi ieri a seguito dell’Assemblea degli Azionisti, ha confermato al Presidente Giovanni De Gennaro, al quale spetta la rappresentanza legale della Società ai sensi di legge e di Statuto, le attribuzioni relative alle aree dei Rapporti Istituzionali, della Sicurezza, dell’Internal Audit di Gruppo e gli ha assegnato la sovrintendenza all’attuazione delle regole di governo societario con riguardo all’integrità dei comportamenti aziendali e al contrasto alla corruzione.

Nella medesima riunione il Consiglio ha attribuito ad Alessandro Profumo la carica di Amministratore Delegato, conferendogli tutte le relative attribuzioni per la gestione unitaria della Società e del Gruppo. “Sono onorato dell’incarico che mi è stato assegnato e ringrazio gli azionisti e il Consiglio di Amministrazione per la fiducia che mi è stata accordata” ha detto Profumo. “Sono consapevole della grande responsabilità che comporta guidare una realtà come Leonardo, campione dell’alta tecnologia e ai vertici del settore Aerospazio, Difesa e Sicurezza nel mondo.

Da sempre, nel nostro Paese, Leonardo ha saputo attrarre e coltivare i migliori talenti tecnico ingegneristici e, per mantenere l’eccellenza di prodotti e tecnologie, dovrà valorizzare questa sua capacità, in Italia come all’estero. La competizione internazionale si basa sempre più sul capitale umano, sulla conoscenza e sulla capacità di entrare in sintonia con i propri clienti, fornendo loro soluzioni sostenibili e adatte alle loro richieste, insieme ad una forte attenzione alla solidità finanziaria ed economica. Leonardo è oggi un’azienda solida, con tutte le caratteristiche necessarie per competere al meglio sui mercati globali rafforzando il posizionamento nei vari settori.”

Il ministero dell’Economia e delle finanze, azionista al 30,2% del gruppo Leonardo, esprime un particolare ringraziamento all’amministratore delegato uscente del gruppo di piazza Monte Grappa, Mauro Moretti. Moretti, “in qualità di amministratore, operando con impegno e determinazione – ha spiegato il rappresentante dell’azionista intervenendo in assemblea – ha realizzato una profonda revisione organizzativa e ha guidato la società verso importanti risultati economici gestionali che hanno consentito un incremento di valore della società, con ampia soddisfazione del mercato e degli azionisti. A Moretti – ha concluso il rappresentante del Governo, i migliori auguri per le future sfide professionali”.

Nato a Genova il 17 febbraio 1957, Alessandro Profumo si è laureato con lode in Economia Aziendale presso l’Università Luigi Bocconi.

Nel 1977 inizia a lavorare al Banco Lariano, dove rimane per dieci anni. Nel 1987 entra in McKinsey & Company dove si occupa di progetti strategici e organizzativi per aziende finanziarie. Nel 1989 diventa, per la Bain, Cuneo & Associati, responsabile delle relazioni con le istituzioni finanziarie e di progetti di organizzazione e sviluppo integrati.

Nel 1991 lascia il settore della consulenza aziendale per ricoprire l’incarico di Direttore Centrale responsabile dei settori bancario e parabancario per la RAS – Riunione Adriatica di Sicurtà. Sua anche la responsabilità dello sviluppo reddituale dell’azienda di credito di proprietà del gruppo e delle società di distribuzione e di gestione operanti nel settore della gestione del risparmio.

Nel 1994 entra al Credito Italiano (oggi UniCredit) dove viene nominato Condirettore Centrale, con l’incarico di responsabile della direzione pianificazione e controllo di gruppo. Un anno dopo ricopre la carica di Direttore Generale e, nel 1997, viene nominato Amministratore Delegato del Gruppo UniCredit, carica che mantiene sino a settembre 2010.

Sotto la sua guida il Gruppo UniCredit diviene un player di livello europeo, passando da 15.000 a oltre 162.000 dipendenti, con sedi in 23 paesi.
Nel febbraio 2012 viene nominato dal Commissario europeo per il Mercato Interno e i Servizi a far parte di un gruppo di esperti europei “High Level Expert Group” per valutare il funzionamento del settore bancario nell’Unione Europea e per individuare possibili misure per riformarne la struttura.
Da aprile 2012 ad agosto 2015 è Presidente della Banca Monte dei Paschi di Siena.
Da settembre 2015 a maggio 2017 è Consigliere e Presidente di Equita SIM.
A livello internazionale ha ricoperto la carica di Presidente della European Banking Federation a Bruxelles e dell’International Monetary Conference a Washington. Ha fatto inoltre parte dell’International Advisory Board di Itaú Unibanco (Brasile). Attualmente è membro del Supervisory Board di Sberbank (Russia), carica che cesserà il 26 maggio 2017.

Dal 2011 al 2014 è stato Consigliere del Consiglio di Amministrazione di Eni. Nel luglio del 2015 è stato cooptato nuovamente nel CdA di Eni, carica cessata ad aprile 2017 con l’assemblea di approvazione del bilancio. E’ stato inoltre membro del Consiglio di Amministrazione e del Comitato Esecutivo di Mediobanca e membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università Luigi Bocconi.
Profumo è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere al Merito del Lavoro nel 2004. E’ Consigliere della Fondazione Together To Go (TOG).

(con fonte comunicato Leonardo)

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password