Joint venture russo-iraniana per la produzione di elicotteri

Mi-171_Iran_A.Mahgoli

Russian Helicopters e Industrial Development and Renovation Organization of Iran (IDRO) – società statale che controlla aziende coinvolte nel lavoro per i programmi nucleari e missilistici iraniani ed è coinvolta negli appalti esteri di tecnologie per la Difesa di Teheran – avrebbero firmato secondo un rapporto dell’agenzia di stampa TASS un memorandum d’intesa (MoU) al fine di realizzare una joint venture per l’assemblaggio di elicotteri russi.

Stando al suddetto rapporto, il protocollo d’intesa sarebbe stato firmato lo scorso 3 aprile alla presenza del CEO di Russian Helicopters Andrei Boginsky e del Presidente di IDRO Mansour Moazzami e riguarderebbe lo sviluppo della cooperazione tra i due paesi circa l’aggiornamento della flotta di elicotteri di costruzione russa delle Forze Armate iraniane.

Secondo una fonte della Russian Helicopters citata nel rapporto, la joint venture attualmente in fase di realizzazione dovrebbe consentire il montaggio in loco di elicotteri Kamov Ka-226 o elicotteri leggeri Ansat.

Attualmente nelle flotte militari iraniane sono presenti 5 Mil Mi-171 in carico alla Islamic Republic of Iran Navy e 17 velivoli dello stesso tipo tra le file della Iranian Revolutionary Guard.

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password