La nuova Guerra Fredda riscalda il Mar Baltico

RC-135U-fake

Nuove tensioni tra Russia e NATO nei cieli e nelle acque del Mar Baltico, già tradizionale terreno di confronto e provocazioni militari durante la Guerra e Fredda.

Il 20 giugno, in piena crisi tra Russia e USA sul fronte siriano, Washington ha reso noto che un aereo da caccia russo Su-27 ha sfiorato il giorno precedente un aereo statunitense da intelligence RC-135, in una manovra definita dagli Stati Uniti come “non sicura”.

L’aereo si è avvicinato a pochi metri di distanza dal velivolo americano, è passato sotto ed è uscito subito dall’altro lato, molto vicino alla punta dell’ala. Secondo fonti militari a Fox News, l’aereo russo era equipaggiato con missili aria-aria sotto le ali e si è avvicinato al jet americano in modo “molto rapido”; poi, una volta uscito dal lato opposto, il caccia ha effettuato manovre “provocatorie”.

Il 23 giugno il Comando delle forze Usa in Europa ha diffuso 4 foto che mostrano il caccia russo avvicinarsi fino a “5 piedi” (1,5 metri) dall’ala dell’aereo spia Rc-135.

Negli ultimi anni si sono verificati altri casi di jet russi che hanno sfiorato aerei Usa e alleati ma mai arrivando così vicino alla collisione in volo.

Il quasi-incidente sarebbe accaduto 25 miglia a nord-ovest dall’enclave russo di Kaliningrad, tra la Lituania e la Polonia. Aerei russi “intercettano” continuamente i caccia americani e della NATIO sui cieli del Baltico, così come i velivoli dell’Alleanza Atlantica affiancano quelli russi che si avvicinano allo spazio aereo degli Stati rivieraschi anche esterni alla NATO.

170623122002-russian-unsafe-intercept-02-exlarge-169

Il 21 giugno la Svezia ha convocato l’ambasciatore russo dopo che un jet di Mosca si è avvicinato a un velivolo da ricognizione svedese nello spazio aereo internazionale sul mar Baltico. Non è insolito che gli aerei russi si avvicinino e identifichino quelli svedesi in missione di sorveglianza. “Questa volta, tuttavia, l’aereo russo si è comportato in una maniera che è stata ritenuta degna di nota, oltre al fatto che la distanza tra gli aerei è stata a tratti moto breve”, recita un comunicato del Ministeri della Difesa svedese, con un comportamento che il ministro Peter Hultqvist ha definito come “non professionale e inaccettabile dal punto di vista della sicurezza e rischia di provocare gravi incidenti

Polish-F-16-NTM-2011

Sempre a proposito di provocazioni il 21 giugno invece due F-16 polacchi hanno cercato di avvicinarsi all’aereo a bordo del quale si trovava il ministro della Difesa russo Serghei Shoigu diretto nell’enclave russa di Kaliningrad (la ex Prussia Orientale, sopra le acque internazionali del Mar Baltico. Gli F-16 sono stati costretti a ritirarsi dalla scorta del Tupolev Tu-154 del ministro composta da una coppia di caccia Sukhoi Su-27.

“I nostri F-16 hanno sorvolato il Mar Baltico, dove hanno ingaggiato tre obiettivi: un Tu-154 disarmato e due Su-27 armati con missili aria-aria”” si legge sul sito della radio polacca RMF FM. Il Ministero della Difesa polacco ha dichiarato che l’intercettazione è avvenuta in conformità con le procedure NATO. Secondo l’agenzia di stampa Ria Novosti, gli F-16 Nato avevano cercato di avvicinarsi all’aereo di Shoigu, su acque internazionali del Mar Baltico, ma sono stati “allontanati” da un caccia russo Su-27.

Ad alzare ulteriormente la temperatura nel Mar Baltico contribuiranno le manovre navali congiunte che a fine luglio terranno in quelle acque le marine russa e cinese.

Un cacciatorpediniere cinese, con altre due unità, sta già’ navigando verso la zona, come reso noto da Pechino e le tre navi affiancheranno la flotta russa per le esercitazioni tra San Pietroburgo e Kaliningrad.

L’edizione 2017 delle esercitazioni navali congiunte “mira a consolidare e a far progredire il partenariato strategico globale di coordinamento fra la Cina e la Russia e ad approfondire l’amicizia e la cooperazione concreta fra le due armate”, ha sottolineato l’agenzia Nuova Cina (Xinhua). Le esercitazioni si svolgeranno poco dopo la prima visita del presidente americano Donald Trump in Polonia, prevista per il 5 e 6 luglio.

Foto The Aviationist e USAF

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password