Carri T-90 in Uganda, T-64 ucraini in Congo

Uganda_MBTs_400x300

Le forze di Difesa Ugandesi hanno mostrato per la prima volta a fine luglio i carri russi T-90S e I cinesi T-85IIM nella parata tenutasi alla Karama Armoured Warfare Training School di Kabamba.

In realtà i 44 T-90S sarebbero stati acquistati bel 2011 ( 23 T-55AM2 rimodernati di seconda mano appartenuti all’esercito bielorusso vennero acquisiti nel 2009) ma sono stati mostrati in pubblico per la prima volta solo due settimane or sono come sottolinea il sito sudafricano Defenceweb.

Difficile invece sapere quanti tank cinesi Type 85-IIM con cannone da 125 millimetri siano stati acquistati dall’Uganda (altri mezzi dello stesso tipo sono in Servizio in Pakistan e Sudan).

Le forze corazzate ugandesi sono completate da 185 T-54/T-55 (probabilmente rimpiazzati almeno in patte dai nuovi tank), 10 T-72, 50 carri leggeri PT-76 e 30 cingolati da combattimento BMP-2.

Nuovi tank anche per l’esercito della Repubblica Democratica del Congo (RDC) che ha ricevuto dall’Ucraina 25 T-64BV-1 da 41 tonnellate modernizzati come ha reso noto il 31 luglio il servizio di controllo sull’export militare ucraino.

La società di Stato Ukrspecexport aveva ricevuto nel febbraio 2014 un ordine da 11.5 milioni di dollari per la consegna di 50 T-64BV-1 aggiornati ec armati con un cannone da 125 millimetri. Il contratto divenne esecutivo nel 2014 nonostante voci circa la sua cancellazione. A oggi solo la metà dei carri sono stati consegnati.

T-64BV_400x300_Ukraine_MoD

La RDC è un tradizionale cliente dell’industria della difesa ucraina e nei primi anni 2000 ordinò a Kiev 50 carri T-55 e 100 T-72 oltre a 18 obici semoventi da 122 millimetri 2S1, 12 semoventi da 152 millimetri 2S3, 30 ruotati trasporto truppe BTR-60PB, 6 cingolati trasporto truppe anfibi MT-LB, 12 lanciarazzi campali multipli da 122 mm BM-21, 36 obici trainati dello stesso calibro D-30, 36 mortai da 120 millimetri M-43 e 8 elicotteri da attacco Mi-24K. In gran parte mezzi di seconda mano ricondizionati e forniti con pezzi di ricambio e munizioni.

L’Ucraina è quindi il primo fornitore di armamenti alla RDC seguito da Azerbaigian (trasporto truppe ruotati BTR-70), Bulgaria (cannoni D-20 da 152 millimetri), Georgia (aerei da attacco Sukhoi Su-25) e Serbia (mortai M-75 da 120 millimetri).

Come sottolinea Defenceweb negli ultimi anni Kiev ha esportato in Africa anche armi leggere e 5 elicotteri da attacco MI-24 in Sud Sudan, 4 carri T-72 in Etiopia, 11 tank T-72M1 e 12 cannoni D-30 da 122 mm in Nigeria e armi leggere in Zambia.

Foto: Ministero Difesa Ugandese e Ministero Difesa Ucraino

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password