Nuova versione per il Mi-8/17 Hip

algerian-mi-171sh_nta.ng

Russian Helicopter sta lavorando allo sviluppo dell’ennesima versione dell’elicottero Mil Mi-8/17; questo è quanto emerso da un comunicato stampa emesso dalla società.

Denominato Mi-171Sh-VN, questo nuovo elicottero è stato progettato in base all’esperienza acquisita dall’uso in combattimento in Siria e in recenti conflitti in altre parti del mondo.

Secondo le dichiarazioni rese dal CEO di Russian Helicopters Andrey Boginsky – “Il progetto del Mi-171Sh-VN è stato fondato sulla base dell’esperienza di combattimento dei nostri elicotteri nei recenti conflitti, incluso quello nella Repubblica araba siriana. In questa speciale versione sono state implementate un’intera gamma di funzionalità che ne aumenteranno notevolmente l’efficacia in combattimento nonché la sua stessa sopravvivenza”.

Stante ai dettagli forniti da Russian Helicopters il Mi-171Sh-VN è progettato per il trasporto e lo sbarco di truppe delle forze speciali (fino a 37 militari completamente equipaggiati e armati), il supporto di fuoco alle truppe di terra, il trasporto di carichi fino a 4.000 kg all’interno della cabina di carico o al gancio baricentrico esterno, finanche al trasporto sanitario MedEvac permettendo il trasporto fino a 12 barelle accompagnate dal personale medico.

Il Mi-171Sh-VN inoltre potrà essere utilizzato per la distruzione di veicoli corazzati, postazioni semoventi e truppe nemiche grazie ai sei punti di attacco posti sotto le semiali; tra i nuovi armamenti di cui disporrà si prevede l’installazione di una coppia di mitragliatrici laterali da 12,7 mm poste in corrispondenza delle aperture laterali delle porte di evacuazione.

Riguardo al sistema di protezione la nuova versione del Mi-171 sarà dotato del sistema di contromisure President-S realizzato dalla KRET Corporation per la difesa contro i missili terra-aria e inoltre di vari pannelli in kevlar amovibili che saranno installati attorno alla cabina d’equipaggio, quella di carico, nel pavimento e lungo la linea di finestre laterali a protezione delle truppe trasportate. Nuovi compensatori ad assorbimento di energia saranno installati in tutti i sedili presenti all’interno al fine di ridurre i traumi da impatto accidentale col suolo o da atterraggi violenti.

Il Mi-171Sh-VN sarà dotato di rotore principale in compositi e di un nuovo rotore anticoppia a X. Rispetto alle versioni precedenti infine, una coppia di motori aggiornati ne consentiranno un impiego agevole in ambienti hot and high con un incremento sensibile di velocità massima e di efficienza spinta/peso.

Nonostante i nuovi modelli in via di realizzazione (quali i Mi-38 e i Mi-171A2), la famiglia dei Mi-8/17 “Hip” sembra mostrarsi nei fatti insostituibile per Russian Helicopters.

Le innegabili doti di affidabilità, robustezza e facilità di riparazione continuano a rendere costanti le prospettive di sviluppo di nuove versioni e conseguentemente l’afflusso di sensibili introiti monetari, forte dell’incredibile numero di esemplari venduto in ogni angolo del globo in quasi 60 anni dal suo primo volo e ben mezzo secolo esatto di onorata carriera dal suo ingresso in servizio.

Foto: Mi-17sh algerino – MTA

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password