La soluzione Atlas-RC/LIC²ORNE di MBDA per la difesa aerea delle unità mobili

Atlas RC@MBDA - Laurent Guichardon

Abu Dhabi EAU – MBDA ha presenta al salone Idex/Navdex di Abu Dhabi la combinazione Atlas-RC/LIC²ORNE che, insieme al missile Mistral, fornisce una protezione sostanziale alle unità mobili completamente integrata nella rete di difesa aerea di teatro e portatile su veicoli blindati leggeri.

Il Mistral è un missile “lancia e dimentica” estremamente affidabile, con un tasso di successo di quasi il 95%. Equipaggiato con un seeker a infrarossi e avanzate capacità di elaborazione delle immagini, il Mistral offre un’eccellente resistenza alle contromisure e può ingaggiare bersagli a bassa traccia termica come UAV e missili a turbojet a lungo raggio, oltre ad aerei da combattimento e elicotteri.

Atlas-RC è una torretta automatica che porta due Mistral pronti al fuoco e controllati dalla cabina del veicolo. È dotato di sensori giorno/notte per il controllo del fuoco.

Atlas RC - Licorne@MBDA -Laurent Guichardon

LIC²ORNE è un’unità di comando e controllo, sviluppata da un insieme di componenti software che sono già stati testati sui sistemi di difesa aerea Mistral e VL MICA di MBDA.

Può coordinare fino a 8 sistemi Atlas-RC e collegarli a sistemi di comando di livello superiore, anche tramite collegamenti avanzati come Link 16 o collegamenti satellitari. Grazie alla sua capacità di utilizzare sensori radar o elettro-ottici, LIC²ORNE assicura che la torretta Atlas-RC abbia un allarme tempestivo sufficiente per sfruttare appieno l’impiego del Mistral.

Grazie all’architettura aperta di LIC²ORNE, MBDA è stata in grado, in pochi mesi, di costruire difese contro UAV mini e micro. Questi sistemi difensivi ora possono proteggere l’unità di tiro contro azioni terroristiche o attacchi asimmetrici.

“Attingendo alle lezioni dei recenti conflitti in Europa o in Medio Oriente”, afferma Francis Bordachar, “Military Advisor Land Systems” di MBDA, “la combinazione Atlas-RC / LIC²ORNE è progettata per fornire una reale capacità di difesa aerea alle quote più basse garantendo al tempo stesso una mobilità molto elevata per accompagnare e proteggere i distaccamenti mobili e le unità di prima linea.

Il dispiegamento di un sistema di difesa aerea il più vicino possibile alle unità terrestri sta diventando nuovamente una necessità e un fattore chiave di sopravvivenza per le forze di terra.

 

Fonte: comunicato MBDA

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password