Eunavfor Med continua a fare…Mare Nostrum

Werra

Nuova “performance” delle unità navali della flotta europea Eunavfor Med, costituita e finanziata per contrastare i trafficanti libici ma finora impiegata per raccogliere immigrati clandestini in mare e sbarcarli in Sicilia.

Ieri sono arrivati ad Augusta in 105, per lo più provenienti da Paesi sub sahariani, a bordo della nave ausiliaria tedesca Werra (nella foto) assegnata a Eunavfor Med.

In attesa che la Ue l’autorizzi a fare ciò per cui è nata, Eunavfor Med si allena (a spese nostre) a fare ciò che faceva Mare Nostrum e che oggi fanno già la missione europea Triton e l’italiana Mare Sicuro .

Gianandrea GaianiVedi tutti gli articoli

Giornalista bolognese, laureato in Storia Contemporanea, dal 1988 si occupa di analisi storico-strategiche, studio dei conflitti e reportage dai teatri di guerra. Dal febbraio 2000 dirige Analisi Difesa. Ha collaborato o collabora con quotidiani e settimanali, università e istituti di formazione militari ed è opinionista per reti TV e radiofoniche. Ha scritto diversi libri tra cui "Iraq Afghanistan, guerre di pace italiane" e “Immigrazione, la grande farsa umanitaria”. Dall’agosto 2018 al settembre 2019 ha ricoperto l’incarico di Consigliere per le politiche di sicurezza del ministro dell’Interno.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password