Test in Siria per il nuovo carro armato russo Armata T-14

4566110_129_0_1150_720_638x450_80_0_0_9335dcc8617c8e80735acae8e37b283f

Il nuovo carro armato russo T-14 Armata è stato testato in Siria. Lo ha detto il 19 aprile il ministro del commercio e dell’industria della Federazione Russa Denis Manturov (nella foto sotto) in un’intervista sul canale televisivo Rossiya-1.

1016723392_0_0_2806_1515_1000x541_80_0_0_7f10a8247343454f0ca012b13f8f1365

Il ministro, secondo il quale alcuni esemplari del nuovo tank sono stati impiegati in Siria “in contesti campali per tener conto di tutte le sfumature delle condizioni di combattimento” aggiungendo che i risultati di questi test permetteranno di definire il “look finale” del tank.

Manturov non ha fornito dettagli sui test operativi effettuati sul fronte siriano ma ha anche aggiunto che le consegne in serie del T-14 all’esercito russo inizieranno nel 2021 e che l’elevato costo del carro armato, determinato anche da ulteriori ammodernamenti dopo che il ministero della Difesa ha richiesto ulteriori soluzioni tecniche, “diminuirà con l’aumentare dei volumi di produzione e consegna”.

Alexander Potapov, CEO di Uravagonzavod, sviluppatore e produttore del tank (incorporato nella società Rostec), aveva dichiarato in un’intervista al quotidiano Vedomosti il 3 febbraio scorso che i primi lotti di carri armati T-14 Armata sarebbero stati forniti all’esercito russo nel 2020 per i test campali.

Il carro T-14,  mostrato in pubblico per la prima volta alla parata della Vittoria sulla Piazza Rossa il 9 maggio 2015, si unisce quindi alla vasta gamma di sistemi d’arma, veicoli, equipaggiamenti e velivoli testati dal 2016 a oggi sui campi di battaglia siriani.

3845041_0_82_1067_659_1000x541_80_0_0_50c9d5e89c0cec97273090978da2dc09

Quanto al possibile export del T-14 la Russia Manturov ha di chiarato che “l’anno prossimo, quando inizieranno le forniture in serie al ministero della Difesa e verrà ottenuto un certificato di esportazione, inizieremo a lavorare con i clienti stranieri” aggiungendo che diversi paesi hanno già dimostrato interesse per questi carri armati, alcuni con ordini preliminari già anticipati.

Sempre in tema di carri armati, il 13 aprile il ministero della Difesa russo ha reso noto che sono stati consegnati i primi carri armati T-90M (nella foto sotto), versione potenziata e aggiornatao del tank di punta dell’esercito russo, assegnati alla divisione motorizzata Tamanskaya appartenente alla Prima armata corazzata della Guardia del Distretto Militare Occidentale.

p1771734

Il tenente generale Sergei Kisel ha dichiarato che i tank “sono stati dotati di una nuova torretta, motore più potente e  un nuovo sistema di avvistamento diurno/notturno multicanale” aggiungendo che il T-90M è in grado di condividere dati e informazioni con altri veicoli in tempo reale.

Foto: Ministero della Difesa Russo e Sputnik

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password