Un nuovo missile anglo-francese da crociera e antinave da MBDA

Uk-Fr signature

Francia e Gran Bretagna hanno firmato ieri a Londra un accordo con la società missilistica MBDA per lo sviluppo congiunto del Future Cruise / Anti-Ship Weapon (FC/ASW), la nuova arma lanciabile da aerei e unità navali che sostituirà, con prestazioni migliorate sotto ogni profilo, presso le forze armate francesi e britanniche i missili da crociera Storm Shadow e quelli antinave Exocet e Harpoon.

L’accordo è stato firmato da Laurent Collet-Billon, direttore dell’agenzia francese per le acquisizioni militari (DGA – Direction générale de l’armement) e Harriet Baldwin, ministro britannico per le acquisizioni della Difesa (Defence Procurement).

La fase triennale di studio e progettazione è stata finanziata con 100 milioni di euro stanziati al 50% dai due Stati contraenti in vista della fase di sviluppo, realizzazione e test che potrebbe portare il nuovo missile a entrare in servizio tra una decina di anni.

Lo sforzo di MBDA è teso a sviluppare un’arma che rispetto a quelle oggi in servizio abbia maggiore letalità, raggio d’azione, capacità di risultare invisibile ai radar e di sopravvivenza in ambiente bellico ad elevato tasso tecnologico.

L’accordo potenzia ulteriormente la già stretta cooperazione anglo-francese nel settore difesa, varata con gli Accordi di Lancaster House del novembre 2010, e in particolare in quello missilistico che ha visto MBDA protagonista nello sviluppo di armi per le forze delle due potenze europee quali lo Storm Shadow/SCALP, il Meteor, l’Aster e il Sea Venom/ANL.

Nel 2015 e 2016 il Regno Unito e la Francia hanno ratificato un accordo inter-governativo per consentire a MBDA di specializzare le sue capacità industriali in centri di eccellenza nei due Paesi incentrati sulle tecnologie sovrane chiave che consentono alla società missilistica europea di raggiungere risultati impensabili operando solo all’interno dei confini dei singoli Stati.

Nella cerimonia di firma dell’accordo Harriett Baldwin ha ricordato “la lunga storia della cooperazione militare anglo-francese” precisando che “l’accordo sottoscritto creerà 80 posti di lavoro in Gran Bretagna”.

Laurent Collet-Billon ha sottolineato che l’intesa firmata ieri “costituirà la spina dorsale dell’iniziativa One Complex Weapons mentre il Ceo di MBDA, Antoine Bouvier, ha evidenziato come “l’accordo assicuri a Francia e Gran Bretagna l’autonomia strategica futura nelle capacità di attacco in profondità sottolineando come il Programma FC/ASW apra una nuova pagina nella strategia europea di MBDA”.

Fonte: comunicato MBDA

 

 

Gianandrea GaianiVedi tutti gli articoli

Giornalista bolognese, laureato in Storia Contemporanea, dal 1988 si occupa di analisi storico-strategiche, studio dei conflitti e reportage dai teatri di guerra. Dal febbraio 2000 dirige Analisi Difesa. Ha collaborato o collabora con quotidiani e settimanali, università e istituti di formazione militari ed è opinionista per reti TV e radiofoniche. Ha scritto diversi libri tra cui "Iraq Afghanistan, guerre di pace italiane" e “Immigrazione, la grande farsa umanitaria”. Dall’agosto 2018 al settembre 2019 ha ricoperto l’incarico di Consigliere per le politiche di sicurezza del ministro dell’Interno.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password