Budapest rinnova carri armati e semoventi in Germania

PzH_NL_Presse_200_dpi

Il ministero della Difesa ungherese ha firmato il 19 dicembre un contratto del valore di 565 milioni di dollari con la tedesca Krauss-Maffei Wegmann (KMW) per l’acquisto di nuovi mezzui corazzati.

DSC_0319

Si tratta di 44 carri armati Leopard 2A7 Plus (foto a lato) destinati a rimpiazzare i 34 carri di origine russa T-72M/M1 in servizio (altri 130 sono in riserva) e 24 obici semoventi da 155 millimetri PzH 2000 (foto d’apertura) che sostituiranno parte dei 300 vecchi cannoni trainati D-30 da 122 millimetri.

L’azienda tedesca, con un comunicato, ha reso noto che l’Esercito Ungherese ha acquisito anche 12 LEOPARD 2 nella versione più datata A4 da impiegare per l’addestramento degli equipaggi.

Il contratto si inserisce nei programmi di aggiornamento delle forze armate ungheresi con la dismissione dei mezzi di origine russo/sovietica rimpiazzati da altri costruiti in Occidente e standard NATO.

Foto KMW

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password