La Serbia aumenta le spese per la Difesa e rinnova la forza elicotteristica

7_serbia (5) (002)

 

 

La Serbia intende acquistare 29 elicotteri nel biennio 2022-2023 diciotto dei quali saranno di fabbricazione russa (ma solo sette di nuova produzione); lo ha affermato lo scorso 12 dicembre il Presidente della Repubblica Aleksandar Vucic (nella foto sotto) dopo un incontro con i militari e la familiarizzazione con lo svolgimento delle esercitazioni della Brigata aerea nella città di Niš.

7_serbia (3) (002)

«Intendiamo dotarci di un totale di quasi 30 elicotteri – ha dichiarato Vucic – di cui undici elicotteri leggeri Airbus H145M, quattro elicotteri d’attacco Mil Mi-35 “Hind”, tre elicotteri utility Mil Mi-17 “Hip” più altri undici Mil Mi-35 usati che acquisteremo da uno dei paesi dell’Unione Europea (un chiaro riferimento agli Hind in dotazione alla Guardia Nazionale di Cipro e oggetto di approfondimento su Analisi Difesa); questo farà della Serbia il paese con il maggior numero di elicotteri nella regione.»

Il costo totale di questa corposa dotazione di velivoli ad ala rotante è stimato in 145 milioni di euro. Vucic ha affermato altresì che il bilancio della Difesa serba per l’anno 2022 pari a oltre 1,1 miliardi di euro (circa 1,24 miliardi di dollari) è stato aumentato di 500 milioni di euro per l’acquisto di attrezzature e armi tra cui quelle aeronautiche ma che in questo importo non sono inclusi gli acquisti di attrezzature militari dalla Russia e dalla Francia.

7_serbia (1) (002)

Ricordiamo che l’acquisto del secondo lotto di elicotteri Airbus H145M è stato annunciato per la prima volta al Salone internazionale della Difesa a Belgrado nello scorso ottobre: 9 elicotteri di questo tipo sono già operativi in Serbia considerando che la consegna è iniziata nell’ottobre 2018 ed è stata completata nell’aprile 2021.

Relativamente ai Mil Mi-35 di Cipro il paese europeo ha recentemente annunciato l’intenzione di sbarazzarsi della flotta di Hind all’inizio dell’anno a causa dei costi di manutenzione troppo elevati e dell’impatto delle sanzioni UE e USA che determinano l’impossibilità di ottenere pezzi di ricambio.

7_serbia (4) (002)

Ad aprile Belgrado ha inviato una lettera confermando il suo interesse ad acquistare tutti gli elicotteri in dotazione a Cipro. Infine va ricordato che la Serbia ha ricevuto da Mosca 9 nuovi elicotteri: quattro Mil Mi-35M e cinque Mil Mi-17V-5.

Foto Ministero della Difesa Serbo

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password