Le forze armate russe riceveranno l’UAV armato Termit nel 2022

1_Termit (002)

 

 

Lo avevamo mostrato sul nostro canale Telegram lo scorso agosto in occasione del Forum Army-2021: stiamo parlando del drone elicottero MDP-01 “Termit” sviluppato principalmente dal consorzio Concern Kalashnikov.

Secondo Boris Trunov capo dell’ufficio di progettazione speciale della Strela Research and Production Enterprise (e parte del gruppo Kronshtadt), il lavoro per sviluppare il drone elicottero da ricognizione/attacco Termit sarà completato entro la fine del 2021

«Per quanto riguarda le azioni di fuoco il nostro drone elicottero è il primo e l’unico oggetto della sua classe in Russia. Attualmente si tratta di un prototipo progettato per verificare la correttezza delle soluzioni tecniche adottate inclusa l’installazione e il posizionamento di armi aviolanciabili dal drone, ma entro la fine dell’anno prevediamo di completare il lavoro di R&S.»

1_Termit_II (002)

«Noi e il gruppo Kalashnikov – ha aggiunto Trunov – stiamo lavorando in collaborazione conducendo delle prove di tiro ma se parliamo degli elementi chiave dell’UAV, quasi tutti sono stati prodotti dalla JSC NPP Strela Enterprise, incluso il sistema di controllo delle armi e la stazione di osservazione e avvistamento.»

Il vantaggio principale del Termit è ovviamente la sua capacità di decollare e atterrare dovunque proprio come un elicottero, la sua consegna al sito di decollo può essere effettuata da un normale rimorchio per auto, mentre sulle lunghe distanze il dispositivo può essere trasportato su rotaia, mare e trasporto aereo in un container.

Trunov ha ammesso che questa categoria di droni è inferiore a quelli aerei in termini di portata di volo e autonomia.

Il velivolo è approssimativamente lungo 5 metri e alto 2,3 ed è dotato di una stazione di osservazione e avvistamento, un sistema di controllo delle armi e di missili a guida laser S-8L da 80 mm progettati sempre dalla Concern Kalashnikov e derivati del razzo non guidato S-8 da 80 mm.

Al Forum Army-2021 il ministero della Difesa russo ha firmato un contratto con Strela Enterprise per la fornitura di droni elicotteri Platforma e Termit e secondo Trunov la consegna dei primi esemplari alle truppe russe è prevista già a partire dal 2022.

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password